Arriva la Treccani dei ragazzi. La più famosa enciclopedia italiana si fa a misura di giovani. Dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani ecco la guida alla comprensione del mondo in dieci volumi per i giovani studenti e i loro genitori con più di 2500 voci, circa 6000 immagini, 10 storie a fumetti. Concepita come una guida interdisciplinare alla scoperta del mondo contemporaneo e della sua storia, con approfondimenti sulle nozioni e i personaggi più significativi ed emblematici sia per la crescita culturale e personale dei giovani studenti che per il loro percorso scolastico, la Treccani dei ragazzi in dieci volumi vuole costruire un sapere trasversale alla base della conoscenza e dell’apprendimento. Ogni volume contiene una selezione di voci – che include tra le tante altre le voci ambiente, Abramović, Banksy, blockchain, Brexit, Cattelan, comunità, design, equazioni, ghetto, Hirst, labirinto, moda, paura e Zuckerberg – e contiene circa 600 immagini, oltre a una storia a fumetti legata ad una voce. Storie educative e di formazione immaginate e illustrate da dieci fumettisti, la cui creatività caratterizza l’intero volume in cui è inserito il fumetto.

"Un modo di fare cultura che crea condivisione – dichiarano dall'istituto della più famosa enciclopedia italiana – capace di unire le generazioni, grazie al quale scoprire o riscoprire anche il piacere di sfogliare, mentre si acquisiscono le conoscenze necessarie per porre le basi di una visione del mondo corretta e consapevole, presupposto per la formazione di coscienze e persone migliori."

"La Treccani dei ragazzi – continua la nota stampa – nasce da un’attenta analisi socio-culturale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani: i ragazzi non hanno avuto il privilegio di abituarsi a consultare enciclopedie né di imparare a esercitare la mente sfogliando volumi. In questo particolare momento storico in cui la frequenza scolastica non è più scontata, provano un senso di disorientamento associato ad un profondo desiderio di cultura e conoscenza. Ecco perché Treccani ha deciso di realizzare, nel 2020, un’opera dedicata all’educazione delle generazioni a venire."