16 CONDIVISIONI

Il testo e il significato di “E tu…”, una delle canzoni più amate di Claudio Baglioni

“E tu…” è una delle canzoni più famose ed emozionanti di Claudio Baglioni, qui il testo e il significato di uno dei maggiori successi dell’artista.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Redazione Cultura
16 CONDIVISIONI
Immagine

"E tu…" è una delle canzoni più famose di Claudio Baglioni, il brano è stato pubblicato nel maggio del 1974 ed è contenuto nell'album omonimo (che sul Lato B aveva "Chissà se mi pensi"). Il singolo fu un successo enorme per Baglioni, diventando una delle sue hit, nonché un classico del suo repertorio rimanendo "in vetta per dodici settimane non consecutive, e per sei mesi in top ten" come si legge su Wikipedia  dove si legge come il brano superò anche i numeri di un altro classico del cantante romano, ovvero "Questo piccolo grande amore".

Il testo di E tu

Accoccolati ad ascoltare il mare
quanto tempo siamo stati
senza fiatare
seguire il tuo profilo con un dito
mentre il vento accarezzava piano
il tuo vestito
e tu
fatta di sguardi tu
e di sorrisi ingenui tu
ed io

a piedi nudi io
sfioravo i tuoi capelli io
e fermarci a giocare
con una formica
e poi chiudere gli occhi
non pensare più
senti freddo anche tu
senti freddo anche tu
e nascoste
nell'ombra della sera poche stelle
ed un brivido improvviso
sulla tua pelle
poi correre felici a perdifiato
fare a gara per vedere
chi resta indietro
e tu
in un sospiro tu
in ogni mio pensiero tu
ed io
restavo zitto io

per non sciupare tutto io
e baciarti le labbra
con un filo d'erba
e scoprirti più bella
coi capelli in su'
e mi piaci di più
e mi piaci di più
forse sei l'amore…
e adesso non ci sei che tu
soltanto tu e sempre tu
che stai scoppiando
dentro il cuore mio
ed io che cosa mai farei
se adesso non ci fossi tu
ad inventare questo amore
e per gioco siam caduti coi vestiti in mare
ed un bacio e un altro e un altro ancora
da non poterti dire
che tu
pallida e dolce tu
eri già tutto quanto tu
ed io
non ci credevo io
e ti tenevo stretta io
coi vestiti inzuppati
stare li' a scherzare
poi fermarci stupiti
io vorrei cioè
ho bisogno di te
ho bisogno di te
dammi un po' d'amore…
e adesso non ci sei che tu
soltanto tu e sempre tu
che stai scoppiando dentro il cuore mio
ed io che cosa mai farei
se adesso non ci fossi
tu ad inventare questo amore.

Il significato: una storia d'amore in riva al mare

"Accoccolati ad ascoltare il mare, quanto tempo siamo stati senza fiatare" è, infatti, uno degli incipit più noti della musica leggera italiana, che dà il la a un testo scritto dallo stesso cantante (le musiche sono co-firmate con Antonio Coggio e arrangiato da Vangelis Papathanassiou) che racconta l'educazione sentimentale di un ragazzo: "E tu, fatta di sguardi tu e di sorrisi ingenui tu, ed io a piedi nudi io sfioravo i tuoi capelli io". Una storia d'amore, quindi, il momento dell'innamoramento, mentre si gioca in riva al mare: "e baciarti le labbra con un filo d’erba e scoprirti più bella coi capelli in su e mi piaci di più e mi piaci di più forse sei l’amore".

16 CONDIVISIONI
Il testo e il significato di Avrai, la canzone di Claudio Baglioni dedicata al figlio Giovanni
Il testo e il significato di Avrai, la canzone di Claudio Baglioni dedicata al figlio Giovanni
Gli anni più belli di Claudio Baglioni, significato e testo della canzone sui sogni dell'adolescenza
Gli anni più belli di Claudio Baglioni, significato e testo della canzone sui sogni dell'adolescenza
Testo e significato de Il male che mi fai, la canzone di Geolier e Marracash
Testo e significato de Il male che mi fai, la canzone di Geolier e Marracash
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views