Sala Alberi al Museo di Capodimonte
in foto: Sala Alberi al Museo di Capodimonte

L'amore per la città di Napoli di Santiago Calatrava. La mostra del grande artista e architetto spagnolo approda nel capoluogo partenopeo, al Museo di Capodimonte, dal 6 dicembre 2019 al 10 maggio 2020. L'allestimento, composto da 400 opere – tra sculture, disegni, maquette – di una fra le menti creative più brillanti dei nostri giorni. La mostra a Capodimonte, divisa tra il secondo piano del Museo e l'edificio del Cellaio nel Bosco di Capodimonte, sottolinea già nel titolo l'amore dell'artista per la città.

Tra le architetture più importanti realizzate da Calatrava, ecco in mostra le maquette della Stazione dell'Aeroporto di Lione “Saint-Exupéry”, il World Trade Center Trasportation Hub di New York, il famoso “Oculus”, simbolo di rinascita dopo l'attentato alle Torri Gemelle nel 2001 grazie alle sue “ali di uccello”.

Calatrava al Museo di Capodimonte: 40 anni di carriera

Attraverso l'allestimento di "Nella luce di Napoli" lo spettatore è accompagnato in una riflessione sui 40 anni di carriera dell'architetto, ingegnere e scultore naturalizzato svizzero. Una sconfinata produzione artistica raccontata attraverso la luce, aspetto principe di ogni sua grande idea. Un innovativo progetto di lighting design renderà possibile una nuova narrazione di tutte le sfaccettature del suo lavoro, esplorando nel dettaglio il suo audace uso dei materiali e dei colori, valorizzando le sue forme scultoree.

Nella luce di Napoli, tutte le informazioni

"Nella luce di Napoli" è curata dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, Sylvain Bellenger, e Robertina Calatrava, moglie dell'artista. È organizzata dalla Scabec, società regionale dei beni culturali, realizzata in collaborazione con lo Studio Calatrava. Il biglietto museo è comprensivo delle mostre in corso: € 14 intero, € 10 convenzionati San Carlo e titolari Carta Freccia, € 8 ridotto per visitatori di età compresa tra 18 e 25 anni (dal 28 febbraio 2019 € 2 museo + € 6 mostre in corso), € 6 nelle domeniche gratuite e nelle altre giornate ad ingresso gratuito.