Ha ritirato regolarmente il biglietto al casello autostradale e al volante  della sua auto si è immesso in carreggiata Sud piazzandosi diligentemente sulla corsia di destra, peccato però che si era diretto in direzione Nord, percorrendo contromano l'autostrada per oltre 8 chilometri prima di accorgersene ed essere fermato. È la pericolosissima distrazione di cui è stato protagonista nelle scorse ore un arzillo pensionato di 85 anni e che solo per puro caso non si è trasformata in tragedia. L'episodio nella tarda serata di mercoledì, intorno alle 23, nel tratto bolognese dell'autostrada Adriatica A14. L'uomo, originario di Ancona ma residente a Ozzano Emilia, nella città metropolitana di Bologna, voleva andare verso nord ma si è diretto in direzione sud.

Dopo essere entrato in autostrada a San Lazzaro, alla guida di una Ford Focus ha viaggiato per un lungo tratto su quella che credeva la corsia di destra e che invece corrispondeva a quella di sorpasso per chi procedeva nella giusta direzione di marcia. Immediate le segnalazioni da parte di chi lo ha incrociato alla polstrada che infine è intervenuta utilizzato la ‘safety car' per bloccare temporaneamente il traffico prima di fermare l'uomo alla guida. Per quest'ultimo, anche se non ha provocato incidenti, è scattata l'immediata revoca della patente oltre a diverse sanzioni per violazione del codice della strada e il fermo amministrativo per tre mesi della macchina.