Tentato omicidio sabato sera in un condominio di Vergato, nella provincia di Bologna. Un uomo senza alcun motivo apparente ha accoltellato la sua vicina di casa. L’aggressore, arrestato dai carabinieri con l'accusa di tentato omicidio, è un operaio di quarantotto anni della zona incensurato. La vittima è una signora di cinquantaquattro anni, anche lei del luogo. A quanto ricostruito, l’uomo avrebbe colpito con otto coltellate la vicina di casa pochi minuti dopo aver chiesto e ottenuto da lei del sale. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo avrebbe agito in una sorta di raptus. La vittima abita sullo stesso pianerottolo dell’operaio che, appunto poco dopo averle chiesto del sale, si è ripresentato alla sua porta e senza dire nulla ha estratto un coltello e l'ha colpita otto volte. Le grida della signora sono state sentite da un'altra residente del condominio, che subito ha dato l'allarme ai Carabinieri.

Trovato in casa, l'aggressore non ha dato motivazioni per il suo gesto – L’aggressore è stato trovato in casa e non avrebbe saputo dare spiegazioni del suo folle gesto ai militari. A quanto emerso, l’operaio si era trasferito a vivere in quella palazzina dell’Appennino bolognese, in Piazza XXV Aprile, da pochi mesi. La donna, ferita alle braccia e all'addome, è stata medicata all'ospedale di Porretta ed è stata dimessa con una prognosi di venticinque giorni. A quanto si apprende, fino alla sera dell'aggressione i due avevano avuto normalissimi rapporti di vicinato.