Docente a contratto di Public & Digital History presso l’Università di Salerno. Ha scritto Libero Grassi. Storia di un siciliano normale (Ediesse, 1997), Le strade della Violenza (l’ancora del mediterraneo, 2006), Napoli… Serenata calibro 9. Storia e immagini della camorra tra cinema sceneggiata e neomelodici (Liguori, 2007). Ha curato le antologie Strozzateci Tutti (Aliberti, 2010), Novantadue. L’anno che cambiò l’Italia (Castelvecchi, 2012) e Dialoghi sulle mafie (Rubbettino, 2015). Con Feltrinelli ha pubblicato Libero Grassi. Storia di un’eresia borghese (2012). È coautore del primo e del terzo volume de L’Atlante delle mafie (Rubbettino, 2012, 2015) e di Riformismo mancato. Società, consumi e politica nell’Italia del miracolo (Castelvecchi, 2014). Recentemente ha pubblicato Il sindaco gentile. Gli appalti, la camorra e un uomo onesto. La storia di Marcello Torre (Melampo, 2016). È componente del comitato scientifico della rivista «Narcomafie» e della “Biblioteca digitale sulla camorra e sulla cultura della legalità” presso l’Università Federico II di Napoli.
Terremoto del Friuli, quando la terra tremò da Torino e Roma e 965 persone persero la vita
I 100 anni della Rivoluzione russa
Spaccio, omicidi, violenza: alla scoperta della musica “Trap” in terra di camorra
Bettino Craxi e la toponomastica, il simbolo di una crisi irrisolta
Le emoticon di Mafia e Camorra: lo slang digitale della criminalità
“Gomorra”, “Narcos” e Pif: tre modi di raccontare la mafia, dal noir ai buoni sentimenti
Settant’anni dal secondo processo di Norimberga: tra verità giuridica e storica
Il sessantesimo anniversario della rivoluzione cubana e le tre domande impossibili
Lea Garofalo, la scelta di una donna emancipata uccisa dalla ‘ndrangheta
23 novembre 1993: Brusca e la mafia fanno svanire il piccolo Giuseppe Di Matteo nel nulla