Nato nel 1989, fiorentino. Giurista e scrittore gioviale. Co-fondatore del sito “Una parola al giorno”, dal 2010 faccio divulgazione linguistica online. Con Edoardo Lombardi Vallauri ho pubblicato il libro “Parole di giornata” (Il Mulino, 2015).
Perché dire ‘monòlito’ è più corretto che dire ‘monolìte’?
Come la ceppa di Di Maio rivela qualcosa sulla sua situazione politica
Che cosa sono i ‘fasci’ che danno il nome al ‘fascismo’?
“Auschwitzland” e il significato nascosto della parola “dignità”
Ma siamo proprio sicuri che ‘piuttosto che’ nel senso di ‘oppure’ sia sbagliato?
Di Maio è davvero bravo con le paronimie
Vogliono istituire un “Consiglio superiore della lingua italiana” (ancora)
L’asterisco di genere va bene a tutt*?
Perché il “contratto di governo” è chiamato “contratto” anche se non è un contratto
“Dimergolare”: una parola da riscoprire