Chi li conosceva li ricorda sempre insieme e tutti insieme saranno salutati per l'ultima volta i cinque ragazzi di Altamura vittime del terribile incidente avvenuto domenica mattina sulla strada stradale 7 Appia, nei pressi dello svincolo per Castellaneta, in provincia di Taranto. I familiari dei giovani infatti hanno deciso che per i cinque giovani, tutti under 30, ci sarà un solo funerale congiunto nella loro città, Altamura. Nella cittadina barese è ancora grande lo sconcerto per quanto avvenuto domenica e l'intera comunità si è stretta intorno ai familiari dei ragazzi. Una vicinanza espressa anche dal sindaco Giacinto Forte che ha annunciato la proclamazione del lutto cittadino.

"Una terribile tragedia. Non ci sono parole per descrivere ciò che è accaduto. Abbiamo annullato tutte le attività previste per i prossimi giorni dall'Amministrazione cittadina", ha scritto il primo cittadino affidando a un post su a Facebook il dolore dell'intera comunità. "Erano ragazzi straordinari" ha sottolineato il sindaco, ricordando che tutti erano impegnati tra lavoro e studio e anche nel volontariato e alcuni di loro si conoscevano fin dall'infanzia. Al momento il giorno dei funerali non è stato ancora fissato ma si pensa ad un giorno  tra mercoledì o giovedì. Si terranno invece a Laterza i funerali della sesta vittima, Ippolito Galli, un operaio 33enne dell'Ilva che aveva appena finito il suo turno in fabbrica e stava tornando a casa.

La dinamica dell'incidente, sui cui stanno indagando i carabinieri, al momento rimane incerta. Secondo i rilievi l'Opel su cui viaggiavano i cinque amici sarebbe finita fuori strada dopo una terribile carambola: prima ha colpito il guard rail di protezione e poi ha travolto la Passat dell'operaio che procedeva sulla corsia opposta. A complicare il quadro il fatto che sull'asfalto non c'è nessun segno di frenata. Al momento comunque sembra esclusa l'ipotesi  di un sorpasso azzardato e si cerca di capire se al momento dell'impatti vi fossero altre vetture lungo il tratto di strada.