Da Lamezia Terme (Catanzaro) arriva un altro caso di violenze su una minorenne. Violenze consumate tra le mura di casa, da uno zio che avrebbe abusato della nipotina. A finire in manette è un uomo di trentasei anni che è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme con l'accusa di violenza sessuale ai danni della nipote. La vittima è una ragazzina che ancora non ha compiuto quattordici anni. Secondo l'accusa, il trentaseienne avrebbe approfittato della difficile situazione familiare della nipote a causa della quale la ragazzina era solita trascorrere molto tempo in compagnia del parente. Uno zio che evidentemente in famiglia consideravano una persona cara e di fiducia. Ma che invece avrebbe abusato della nipote.

La ragazzina abusata spesso scoppiava a piangere improvvisamente – Secondo la ricostruzione dei carabinieri, a causa di quanto stava avvenendo la ragazza spesso scoppiava a piangere improvvisamente e apparentemente senza motivo. Una storia che è andata avanti fino a quanto la giovane ha finalmente trovato il coraggio di reagire e raccontare tutto ai propri genitori. Dalla denuncia sono scattate le indagini.

L’appello dei Carabinieri alle ragazze vittime di violenza: “Abbiate coraggio” – A conclusione della vicenda l'Arma dei Carabinieri ha voluto anche lanciare un appello a tutte quelle ragazze che dovessero trovarsi in situazioni simili alla giovane di Lamezia Terme: “Abbiate coraggio, superate le barriere del timore, della vergogna, dei pregiudizi e denunciate. Possiamo aiutarvi”.