Enorme rogo in una fabbrica di vernici a Brendola, nel Vicentino. L'incendio ha sprigionato una enorme nube di fumo nero e denso alta fino a 20 metri e visibile a chilometri di distanza che ha invaso anche le corsie dell'autostrada A4. Sul posto diverse le squadre dei vigili del fuoco impegnate a spegnere le fiamme. Il capannone dell'azienda interessata sorge proprio ai margini dell'A4 Milano-Venezia, in via Orna a Brendola, nei pressi del casello di Montecchio, tanto che dal concessionario  hanno diramato l'allerta di fumo intenso per gli automobilisti che percorrono il tratto. Proprio gli  automobilisti in transito sono stati tra i primi a lanciare l'allerta chiamando il 115. L'allarme è scattato intorno alle 13 quando le fiamme alla Isello Vernici sono andate fuori controllo. Sul posto numerose squadre di pompieri stanno cercando di contenere le fiamme per evitare si estendano ad altri fabbricati.

Il pericolo maggiore infatti è che le fiamme possano raggiungere gli altri capannoni della zona creando un disastro di dimensioni inimmaginabili. Molta preoccupazione c'è anche per i depositi sotterranei di solventi presenti in zona che, se colpiti dalle fiamme, potrebbero innescare un disastro ambientale. Sul posto per questo sono confluite numerose squadre di vigili del fuoco da diversi distaccamenti della provincia e da altre città della regione:  Verona, Padova e Treviso. Il rogo, secondo quanto riferito dagli stessi vigili del fuoco, è "molto violento ed esteso" e dopo oltre un'ora le fiamme stanno divampando ancora in modo violento.  Secondo alcuni testimoni dalla ditta si sono udite anche delle forti esplosioni, non si sa se prima o dopo l'incendio. Per cercare di fare un punto sulla situazione i carabinieri stanno ascoltando anche il titolare della ditta.

Avviso ai residenti: "Restate in casa e tenete le finestre chiuse"

Le autorità locali e le forze dell'ordine invece hanno fatto evacuare la zona intimando a tutti i presenti di allontanarsi immediatamente. La protezione civile del comune di Brendola ha chiesto di non avvicinarsi alla zona di emergenza, che potrebbe essere estesa ulteriormente proprio a causa della nube di fumo, poi lo stesso comune ha emanano un ordinanza di totale evacuazione di tutti gli edifici nel raggio di 600 metri dalla fabbrica "per l’elevato rischio di propagazione dell’incendio e di esplosioni in atto". Ai residenti di Brendola inoltre è stato chiesto di non uscire di casa e chiudere bene porte e finestre. "Su indicazioni dell'Arpav si raccomanda alla popolazione di tenere chiuse porte e finestre e di non uscire di casa, fino a nuova comunicazione" spiega un avviso del Comune. Stesso allarme lanciato anche dai vicini comuni di Montecchio MaggioreAltavilla Vicentina, Creazzo e Sovizzo e dallo stesso capoluogo Vicenza la cui amministrazione locale spiega che "a titolo puramente precauzionale si consiglia di chiudere le finestre e non sostare all'aperto". "ARPAV sta effettuando i campionamenti per rilevare eventuali sostanze, l'amministrazione invita i cittadini a mantenere le finestre chiuse e tenere impianti di climatizzazione comunicanti con l'esterno spenti" spiegano da Montecchio. Vista la tipologia di materia bruciata, infatti, c'è attenzione per la qualità dell'aria. Fortunatamente al momento non risultano danni alle persone.

 

Rogo ditta vernici, strade e tratto autostradale A4 chiuso

A scopo precauzionale le autorità locali hanno chiuso la strada provinciale 500, il casello della A4 e molte strade che dallo svincolo autostradale portano al paese vicentino. Lo stesso ente gestore del tratto della A4 nei pressi del quale si sta sviluppando l'incendio ha comunicato di aver deciso di chiudere completamente l'autostrada tra i caselli di Montecchio Maggiore e Montebello Vicentino. Per questo in zona si invita la popolazione a non mettersi in viaggio se non per urgenza e di lasciare libere le strade per i soccorsi. "Si tratta di un incendio importante. Poco fa è stato necessario chiudere l’autostrada A4 nel tratto con il quale confina l’azienda a causa del denso fumo. Con i Vigli del Fuoco e le Forze dell’Ordine stanno intervenendo i nostri volontari della Protezione Civile. L’Arpav sta eseguendo i campionamenti dell’aria e, fino a che non se ne avranno gli esiti, raccomandiamo ai residenti della zona di rimanere in casa con porte e finestre chiuse" ha sottolineato anche  l’assessore alla Protezione civile della Regione Gianpaolo Bottacin.