Un uomo è morto annegato mentre cercava di salvare una ragazzina, figlia di un'amica, che era andata a fare un bagno in mare. La tragedia è accaduta a Viareggio, in provincia di Lucca. La vittima si chiamava Tahar Zaidi, 57 anni e di origine tunisina, residente in provincia di Pistoia. È annegato nelle acque poco distanti allo stabilimento balneare su viale Europa In Darsena, a Viareggio. Si trovava in compagnia della moglie e delle due figlie, quando un'amica delle ragazzine ha deciso di fare un bagno in mare. Ma la forte corrente e il mare mosso hanno messo in difficoltà la giovane, di 15 anni, così l'uomo ha deciso di tuffarsi in mare per soccorrerla.

Non aveva notato che il bagnino si era già buttato in acqua per aiutare la ragazza e riportarla a riva. Lo stesso bagnino si è poi reso conto che il 57enne era stato portato via dalle correnti a sua vola. E si trovava ormai a un centinaio di metri dalla riva quando sono partiti i soccorsi. Purtroppo l'uomo aveva già ingerito nei polmoni troppa acqua. Quando è stato portato a riva hanno tentato di rianimarlo sulla spiaggia per circa un'ora. Purtroppo però non c'è stato nulla da fare. Sono intervenuti il personale dell'auto medica, del 118 della Versilia, della Croce Rossa e la capitaneria di porto. Ma l'uomo non ce l'ha fatta.

Sempre a Viareggio appena cinque giorni fa un uomo di 72 anni è morto in mare mentre stava pescando. L'uomo si trovava sulla spiaggia quando ha accusato un malore che si è rivelato fatale. I bagnini dello stabilimento balneare hanno fatto il possibile per soccorrerlo, ma non c'è stato nulla da fare. Anche il personale del 118, l’automedica e un'ambulanza sono intervenute, ma l'uomo è deceduto.