immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Dramma familiare questa mattina a Verona, dove un uomo ha ucciso a coltellate il padre di 80 anni e poi ha tentato di togliersi la vita. E' successo questa mattina intorno alle 8 e 30. Il parricida, Rudy Paugger, 49 anni, è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato all'ospedale di Borgo Trento. Secondo quanto riferito dagli investigatori della Squadra mobile della Questura scaligera l'uomo avrebbe ucciso il padre Walter Paugger che era malato da tempo.

Come raccontano le cronache locali – e come conferma la Questura di Verona – alla tragedia ha assistito la colf della famiglia, che come ogni giorno, da ormai 25 anni, si era recata a casa Paugger per le pulizie e per assistere l’anziano. È stato proprio mentre la donna si stava prendendo cura dell’80enne che l'assassino ha sferrato una coltellata alla schiena del padre. Terrorizzata, la colf è corsa dalla vicina di casa per chiamare aiuto e, in quel frangente, il 49enne avrebbe tentato il suicidio.

Stando alle testimonianze dei vicini di casa, la famiglia Paugger era benestante e nella casa, oltre alla vittima, vivevano la moglie, deceduta ad agosto, e il figlio nullafacente. Sul posto ora, la polizia scientifica, le forze dell’ordine e i sanitari della Croce Verde. Un tratto della via è stato chiuso per consentire i rilievi. L’omicida è stato portato all’ospedale di Borgo Trento.