568 CONDIVISIONI
Covid 19
26 Dicembre 2020
20:03

Vaccino Covid, le istruzioni dell’Aifa: da conservazione a dosi ed effetti collaterali

L’Aifa ha pubblicato alcuni chiarimenti sul vaccino Pfizer/BioNTech arrivato in queste ore in Italia e che presto verrà somministrato agli operatori sanitari contro il Covid-19. Dalla conservazione allo scongelamento, dalla diluizione alla somministrazione, passando anche per gli effetti collaterali: ecco tutto quello che c’è da sapere.
A cura di Stefano Rizzuti
568 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Con l’arrivo del vaccino Pfizer/BioNTech in Italia si avvicina il momento delle prime somministrazioni. Si partirà il 27 dicembre con il vax-day europeo che coinvolgerà anche l’Italia. Nel frattempo l’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, ha fornito i dettagli sulla conservazione, lo scongelamento, la diluizione e la somministrazione del vaccino. In Italia sono arrivate le prime 9.750 dosi, destinate alle categorie prioritarie, a partire dagli operatori sanitari. Andiamo a vedere le caratteristiche del vaccino riportare dall’Aifa.

Vaccino, a chi può andare e come viene somministrato

Il vaccino può essere somministrato solamente ai cittadini con più di 16 anni. Servono due dosi per ogni persona: la prima viene somministrata in quello che viene definito giorno zero, la seconda dopo almeno 21 giorni. A ciascun vaccinato verrà consegnata una scheda promemoria con la data per la seconda somministrazione. La dose è di 0,3 millilitri e viene somministrata con un’iniezione intramuscolare, da effettuare sul muscolo deltoide, nella parte superiore del braccio.

La conservazione e la preparazione del vaccino Pfizer

Il vaccino va conservato in un congelatore, tra -90 e -60 gradi, nella sua confezione originale per proteggerlo dalla luce. Infatti, le fiale devono essere esposte in maniera ridotta alla luce ambientale e ancor meno a quella solare diretta. Una volta scongelate possono essere invece messe sotto la luce ambientale. Una volta estratta dal congelatore la fiala va scongelata per l’uso, poi va messa di nuovo in congelatore per altre due ore, prima di essere estratta di nuovo. Poi possono essere tenute tra 2 e 8 gradi, con lo scongelamento della confezione da 195 fiale che richiede fino a tre ore. In alternativa possono essere scongelate per 30 minuti a temperatura non superiore ai 30 gradi in caso di uso immediato. Una volta che raggiunge la temperatura ambiente deve essere capovolto delicatamente per 10 volte, senza agitarlo.

A quel punto il vaccino va diluito nel suo flaconcino originale con 1,8 ml di soluzione iniettabile di sodio cloruro da 9 mg/ml, con un ago calibro 21 o più sottile. Bisogna quindi aspirare l’aria (1,8 ml) e il vaccino diluito dovrebbe essere di un colore biancastro, senza particelle visibili. Dopo la diluizione va annotata la scadenza dei flaconcini. Una volta diluito, il flaconcino contiene 2,25 ml, cioè 5 dosi da 0,3. Va aspirata la dose necessaria e l’eventuale vaccino non utilizzato va buttato entro sei ore dalla diluizione.

Cosa fare dopo la vaccinazione anti-Covid

Dopo la vaccinazione bisogna rimanere sotto osservazione per 15 minuti. In caso di anafilassi alla prima dose non verrà somministrata la seconda. Sono possibili reazioni correlate all’ansia o allo stress. In caso di febbre severa e di infezione acuta la vaccinazione deve essere rimandata, mentre con febbre o infezione lieve non è necessario. L’efficacia e la sicurezza del vaccino non sono state valutate sui soggetti immunocompromessi. La somministrazione del vaccino non dovrebbe alterare le capacità di guida.

La durata della protezione del vaccino non è ancora nota: sul tema sono in corso studi ulteriori. Per quanto riguarda le reazioni avverse più frequenti emersi dalla fase sperimentale, sono stati: dolore al momento dell’iniezione, stanchezza, cefalea, mialgia e brividi. Tutti sintomi sviluppati solitamente con intensità lieve o moderata e risolti in pochi giorni.

568 CONDIVISIONI
29802 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni