Dopo il consueto monitoraggio settimanale dell’Iss-ministero della Salute cambia di nuovo la mappa dei colori dell’Italia. A partire da lunedì 10 maggio la penisola sarà quasi tutta zona gialla secondo l’ultima ordinanza firmata dal ministro Speranza. Non ci sono più regioni in zona rossa e solo tre rispetteranno le regole della zona arancione: Sicilia, Sardegna e Valle d’Aosta. Ci sono ancora però dei comuni in zona rossa, che per fermare la diffusione del contagio devono dunque rispettare misure anti-Covid più rigide rispetto alla regione di appartenenza.

Speranza firma l’ordinanza: Sicilia, Sardegna e Valle d’Aosta arancioni

Al momento si trovano in zona gialla Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto e le province autonome di Bolzano e di Trento. A queste si aggiungeranno da lunedì Puglia, Basilicata e Calabria, che lasceranno la zona arancione. Rimangono quindi in zona arancione le due isole, Sicilia e Sardegna, e si aggiunge la Valle d’Aosta.

L’elenco delle zone rosse locali

Ci sono ancora molti comuni in zona rossa in Sicilia: le ultime zone rosse istituite sull’isola riguardano i comuni di Bolognetta, Santa Cristina Gela e San Cipirello, nel Palermitano. Lo prevede un'ordinanza del presidente Nello Musumeci, adottata su richiesta dei sindaci e sulla scorta delle relazioni delle Asp, che ha prorogato anche le zone rosse in altri 11 comuni. Il provvedimento, necessario a causa del numero elevato di positivi al Covid, sarà valido fino a mercoledì 12 maggio. Le misure restrittive sono state prorogate a Baucina, Belmonte Mezzagno, Giardinello, Mezzojuso, Termini Imerese, Cefalù, nel Palermitano; Gela, in provincia di Caltanissetta; Mineo, nel Catanese; Cerami, in provincia di Enna; Fiumedinisi, nel Messinese; Lampedusa e Linosa, in provincia di Agrigento. Corleone resta in zona rossa fino ale 19 maggio. Anche in Calabria ci sono ancora dei comuni in zona rossa. Con l’ultima ordinanza di Nino Spirlì viene disposta l'istituzione della zona rossa nel Comune di Montalto Uffugo (in provincia di Cosenza) e nella frazione Paravati di Mileto (Vibo Valentia). Le misure saranno in vigore fino al 13 maggio. Anche Careri è zona rossa fino al 13 maggio. In Basilicata fino al 16 maggio saranno otto i comuni in zona rossa: Rotondella (Matera), Balvano, Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Lavello, Rionero in Vulture (Potenza), Craco e Garaguso (Matera).