immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Un normale controllo stradale di polizia si è trasformato in incubo per due agenti: sono finisti in ospedale con delle fratture (uno di loro ha subito la rottura di una costola), dopo l’aggressione da parte di un gruppo di ragazzi a Lecce. Quattro persone sono state arrestate nelle ultime ore. L’episodio è accaduto intorno alle 3 e venti in via Padovano Bax, nei pressi di Porta San Biagio, nel capoluogo salentino, dove gli agenti della sezione volanti hanno accostato una vettura, per una normale verifica.

L'aggressione

La reazione del gruppo, composto da un 18enne del posto ma di origini cubane e da tre sue amiche del luogo, rispettivamente di 22, 25 e 27 anni, ha colto di sorpreso i poliziotti.  In particolare, secondo la ricostruzione della questura, le ragazze si sarebbero mostrare piuttosto intolleranti al controllo degli agenti che avevano sorpreso alla guida dell'auto il diciottenne senza patente. Dapprima hanno colpito a calci e pugni il veicolo del 113, arrecando diversi danni e mandando in frantumi il vetro del finestrino. Poi si sono scagliati contro gli stessi poliziotti, dopo averli offesi e minacciati, ferendoli.

Poliziotti in ospedale

Soccorsi e affidati alle cure del 118, i due agenti sono stati accompagnati presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce: sono state riscontrate loro diverse lesioni dovute alle percosse subite. Uno di loro ha riportato una frattura costale al fianco sinistro che guarirà non prima di una ventina di giorni. Il collega, invece, un trauma alla spalla con una prognosi di una decina di giorni. Al termine delle formalità di rito e su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, i quattro sono stati dichiarati in arresto e ristretti ai domiciliari. Le accuse sono resistenza a pubblico ufficiale, minacce, oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento.