562 CONDIVISIONI
8 Maggio 2017
15:21

Terremoto, la generosità di Giovanni: ha regalato il suo agriturismo a una coppia di Amatrice

Giovani e la sua compagna lo hanno gestito fino a poco tempo fa, ma hanno dovuto chiudere per motivi di salute. Così la proposta a una coppia di ristoratori di Amatrice. Ed ecco una storia che ti scalda il cuore.
562 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'eroe del giorno

È una storia semplice, lineare, di quelle che si leggono in giro ma poi avvengono davvero ed è la dimostrazione che nelle piccole storie di provincia ci sono i cromosomi di una bellezza che è subito internazionale quando diventa solidale. I protagonisti sono Enrico e Veronica Neroni, da Amatrice: anche loro nella notte del 24 agosto 2016 hanno dovuto fare i conto con la perdita degli affetti e della casa e con le ferite di un terremoto che ha sbriciolato le sicurezze e i sogni oltre ai muri. Enrico e Veronica gestivano un ristorante, il "Barcollo", a Torrita di Amatrice e il sisma si è portato via anche quello.

Gli altri due protagonisti invece stanno a nord: Giovanni Bottero e la sua compagna Giuliana abitano in Piemonte e anche loro hanno le rughe dei ristoratori: per quindici anni hanno gestito il loro agriturismo in frazione San Bernardo a Limone e solo per motivi di salute sono stati costretti ad abbandonarlo a se stesso. Così Giovanni quando ha sentito la storia di quella coppia di ristoratori come lui che a Amatrice avevano perso la loro attività ha pensato che forse il destino stava offrendo l'occasione di fare del bene e rivitalizzare quel suo agriturismo chiuso, ha scritto un appello su Facebook ("Sono disponibile a dare in comodato d’uso gratuito il mio ristorante, totalmente attrezzato, fino a quando non sarete nella condizione di poter riappropriarvi del vostro. Non voglio soldi, né per l’affitto né per altro") e ha offerto a Enrico e Veronica di ricominciare da lì. Offerta accettata, ovviamente.

Un commerciante di Canale D'Alba, saputa la notizia, si è offerto di fornire gratuitamente il tovagliame per la riapertura, i genitori della scuola hanno deciso di pagare le rette scolastiche per i figli di Enrico e Veronica e tutto il paese si è mobilitato per l'accoglienza. Ci sono posti che anche a migliaia di chilometri da casa possono avere lo stesso abbraccio, lo stesso calore e lo stesso profumo di buono. Enrico e Veronica hanno detto di sognare di potere tornare prima o poi a casa ma intanto il ristorante dell'agriturismo "Girasole" ha aperto una settimana fa e ora la normalità sembra davvero possibile.

All'interno del ristorante, proprio all'ingresso, c'è appesa la vecchia insegna del ristorante andato distrutto. Anche lei sembra sorridere.

562 CONDIVISIONI
Autore, attore, scrittore, politicamente attivo. Racconto storie, sul palcoscenico, su carte e su schermo e cerco di tenere allenato il muscolo della curiosità. Collaboro dal 2013 con Fanpage.it, curando le rubriche "Le uova nel paniere" e "L'eroe del giorno" e realizzando il format video "RadioMafiopoli". Quando alcuni mafiosi mi hanno dato dello “scassaminchia” ho deciso di aggiungerlo alle referenze.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'eroe del giorno
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni