Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 10:20 di oggi, domenica 13 dicembre, in Emilia Romagna. L'epicentro del sisma, come riporta l'Ingv, l'Istituto nazionale di geologia e vulcanologia, è stato identificato nella zona di Castellarano, in provincia di Reggio Emilia e ad una profondità di 29 km. Al momento non si hanno notizie di danni a cose o persone, ma tanta è stata la paura per la popolazione, dal momento che la scossa è stata avvertita distintamente anche nella provincia di Modena.

Stando a quanto riferito dai cittadini sui social network, il terremoto è stato avvertito anche a Modena centro, in particolare ai piani alti nella zona di San Faustino, a Fiorano e Scandiano. L'epicentro del sisma è stato registrato a 4 chilometri da Sassuolo, dove pure è stata avvertito dai cittadini, 6 chilometri di Casalgrande e altri 6 da Fiorano Modenese.

Solo il 25 novembre scorso un'altra scossa di terremoto era stata registrata sempre in Emilia Romagna, ma in provincia di Piacenza, a Corte Brugnatella. La magnitudo era però più rispetto al sisma di oggi, pari a 2.0 e con ipocentro a 9 chilometri di profondità. Il terremoto, non avvertito dalle popolazioni locali, si è verificato a 47 km da Piacenza, 48 km da Genova, 59 km da Pavia e 68 km da Alessandria. In tutta Italia, l'ultima scossa di una certa entità è stata segnalata la scorsa settimana in Toscana, quando il terremoto di magnitudo 3.2 ha colpito il nord della regione tra le province di Massa-Carrara e Lucca svegliando i residenti con un tremore, ma ma fortunatamente non sono state segnalate persone coinvolte.