Una ragazza di 23 anni ha subito un tentativo di violenza sessuale un mese fa alla Festa federale di ginnastica di Aarau, comune svizzero del Canton Argovia. Non essendo riuscita ad identificare il responsabile dell'aggressione, la polizia ha diffuso l'identikit dell'uomo, di circa 25 anni, che si faceva chiamare "Mario". Il tentato stupro risale alla tarda serata del 21 giugno, un venerdì, quando la giovane donna si trovava con amici in un tendone della festa di ginnastica, spiega stamattina la polizia svizzera in una nota inviate ai giornali e riportata dal quotidiano TIO, il portale del Ticino.

La giovane stana camminando con l'ausilio delle stampelle e intorno alla mezzanotte è uscita dalla tenda per cercare un bagno. Mentre attendeva il suo turno è stata avvicinata da un uomo che si è detto pronto a reggerle le stampelle nel tempo in cui sarebbe stata al gabinetto.I due hanno poi percorso un tratto di cammino assieme, fino a quando l'uomo improvvisamente ha trascinato la donna in un luogo buio. La giovane è riuscita a resistere e l'aggressore si è dato alla fuga.

Il giorno dopo, la ventitreenne ha sporto denuncia alla polizia cantonale. Le indagini non hanno finora avuto alcun esito e per questo gli agenti hanno deciso di pubblicare l'identikit dell'aggressore. Si tratta di un uomo di circa 25 anni, alto circa 185 centimetri e di corporatura sportiva. Ha i capelli scuri e ricci e aveva la barba incolta quando ha commesso il fatto. Indossava una t-shirt grigia con un logo sul petto e un paio di jeans. In testa aveva un cappello di paglia distribuito da uno sponsor della festa di ginnastica. La vittima dell'aggressione ha dichiarato che parlava dialetto svizzero tedesco con accento di Zurigo.