La cappa di smog che da giorni sta avvolgendo tutta l’area della Pianura Padana e anche altre regioni settentrionali ha fatto scattare l’emergenza massima per le polveri sottili in molte aree del Nord Italia decretando lo stop automatico a tute le vetture fino a euro 4 e coinvolgendo per la prima volta anche i diesel euro 5. La novità è prevista dall'accordo di Bacino padano secondo il quale dopo dieci giorni consecutivi in cui le micropolveri hanno superato i 50 microgrammi al metro cubo scatta l’allerta rossa che prevede lo stop anche a questo tipo di mezzi più recenti. Lo stop ai diesel euro 5 è scattato nella mattinata di mercoledì a Torino e in altri 12 comuni dell'area metropolitana del capoluogo piemontese dove da giovedì scorso era già in vigore lo stop agli euro 4. I mezzi diesel privati immatricolati prima del primo gennaio 2013 non potranno circolare tutti i giorni, dalle ore 8 alle 19, mentre per i veicoli commerciali della stessa classe emissiva, il divieto è in vigore dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19.

In attesa di un nuovo rilevamento dell’aria da parte di Arpa Piemonte, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale, lo stop ai diesel euro 5 è stato disposto anche per altre città piemontese come Alessandria e Novi Ligure. Il problema smog in realtà riguarda tutta l’area della pianura padana e provvedimenti drastici sul blocco per i veicoli Diesel Euro 4 sono stati presi anche in Lombardia e in Veneto. Confermati infatti i divieti a Milano e nelle province di Lodi, Mantova e Cremona. In Veneto, dove lo smog ha raggiunto livelli che hanno spinto Arpav a decretare l’allerta arancione, è in vigore il blocco ai diesel euro 4 a Padova, Treviso, Venezia, Rovigo e Vicenza. Provvedimenti di limitazione della circolazione, anche se meno drastici, sono stati disposti anche in Toscana, a Firenze e Viareggio.

Il problema è che dovunque si attendono i risultati della prossima rilevazione delle polveri sottili ma le previsioni meteo non indicano nulla di buono e i provvedimenti potrebbero essere ulteriormente inaspriti da giovedì proprio con lo stop ai diesel euro 5 anche in altre città. Il rischio è che la capa di smog che avvolge il nord potrebbe persistere a lungo facendo scattare anche l’ultimo grado di allerta blocca blocca tutte le auto euro 5 e introduce altre limitazioni ancora più severe.