Sono passate quasi 4 ore dall'inizio della seconda prova scritta della Maturità 2019, che per la prima è mista. Al liceo scientifico, ad esempio, i maturandi sono alle prese con problemi di fisica e matematica e con l'avvicinarsi della fine della durata della prova aumenta la loro ansia per le difficoltà legate alla risoluzione delle tracce. Tra queste, particolarmente ostico è per gli studenti il secondo problema, quello di fisica, scelto dal Miur tra le tracce della seconda prova del liceo scientifico. Si tratta di un quesito che riguarda la circuitazione del campo magnetico applicato all'uso pratico di un condensatore.

Per risolvere questo problema si deve ricordare di utilizzare la regola della mano destra: secondo questa legge, chiamata di Fleming e applicata ai generatori, la corrente elettrica è un flusso di elettroni che si muove fisicamente all’interno di un conduttore elettrico. Gli elettroni sono dotati di carica negativa e, convenzionalmente, la corrente elettrica ha verso opposto rispetto al flusso di elettronica. La mano destra deve essere tenuta col pollice, il dito indice e il dito medio reciprocamente angolati a 90 gradi. Il pollice rappresenta la direzione del moto del conduttore, il dito indice il campo e dito medio la corrente. Esiste anche una Regola di Fleming per la mano sinistra ma è applicata ai motori.