La neve e il maltempo non danno tregua all'Italia: continua l'ondata di gelo che sta colpendo tutta la Penisola nei cosiddetti "giorni della merla", i più freddi dell'anno, che culmineranno domani, venerdì 1 febbraio, quando secondo le previsioni ci saranno un ulteriore abbassamento delle temperature e abbondanti nevicate anche a bassa quota. Per evitare pericoli sulla strada, i sindaci di alcune città hanno deciso di tenere chiuse le scuole di ogni ordine e grado. In Piemonte, ad esempio, il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, ha annunciato la chiusura delle scuole non solo per domani, 1 febbraio, ma anche per sabato 2 febbraio. "Un provvedimento necessario – ha sottolineato – preso per la prima volta da quando sono sindaco per non appesantire la circolazione stradale e la viabilità, ma soprattutto per una questione di sicurezza". In provincia, scuole chiuse a Nizza Monferrato.

Sempre in Piemonte domani le lezioni saranno sospese negli istituti del cuneese di Alba, Bra, Ceva, Mango, Farigliano, Dogliani e di Mondovì, dove in particolare il sindaco Paolo Adriano ha sottolineato che "la decisione è stata presa tenendo conto della particolarità dell’utenza studentesca, proveniente in larga parte dai Comuni limitrofi del Monregalese, della Langa e del Cebano". La campanella domani non suonerà neppure a Novi Ligure, Acqui Terme, Tortona e Ovada, in provincia di Alessandria.

In Lombardia le scuole resteranno chiuse a Vilminore, in provincia di Bergamo, "a fronte della copiosa nevicata che andrà a colpire la Val di Scalve tra la serata odierna e domani", e a Luino, in provincia di Varese, dove è previsto che dovrebbero cadere almeno una decina di centimetri di neve, e anche a Como è arrivata la conferma del provvedimento da parte della Prefettura. "Tutte le scuole, dagli asili nido alle scuole superiori di secondo grado del territorio comunale domani saranno chiuse. Lo ha deciso il sindaco vista l’allerta meteo", ha annunciato il presidente del Consiglio comunale di Como, Anna Veronelli.

In Liguria, dove molte scuole già oggi, giovedì 31 gennaio, sono rimaste chiuse, niente lezioni a Busalla, Ronco, Isola del Cantone, Montoggio e Vobbia, in provincia di Genova. Si ricorda che questo è un elenco provvisorio, che potrebbe essere aggiornato nelle prossime ore a seguito del peggioramento o meno delle condizioni meteorologiche. Si attendono le decisioni dei comuni della Toscana e del resto del Nord.