Un nuovo cluster familiare di Coronavirus è stato accertato in Toscana, nella città di Viareggio. Si tratta di otto persone, che fanno parte di due nuclei familiari che vivono in due appartamenti nello stesso edificio a Viareggio, più quattro ospiti che soggiornavano da queste famiglie. Il contagio, secondo quanto ricostruito, sarebbe partito da uno degli ospiti delle famiglie atterrato a Roma da Dakka la settimana scorsa: tutti i positivi sono di origine bengalese. La segnalazione è giunta alla ASL dalla Regione Toscana attraverso del Ministero della Salute.

Dieci positivi a Viareggio, due negativi in quarantena a casa

I contagi attualmente sono dieci e uno dei positivi è ricoverato nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Livorno. Le sue condizioni sono ritenute buone. Gli altri nove sono stati trasferiti in un albergo sanitario. Altri due ospiti non contagiati sono invece in isolamento a casa. L’igiene e sanità pubblica della ASL Toscana nord ovest sta completando l’indagine epidemiologica per verificare quali sono stati i contatti lavorativi stretti dei positivi al Covid-19 e mettere in atto così tutte le azioni necessarie per contrastare l’espandersi del contagio da Coronavirus. Non è stata necessaria l’ordinanza del sindaco di Viareggio perché tutte e 9 le persone hanno accettato spontaneamente la soluzione dell’albergo sanitario.

Cluster familiari in Toscana

Questo di Viareggio non è il primo caso di nuovi cluster registrati nella regione Toscana. Nei giorni scorsi erano stati registrati contagi a Impruneta e di recente un cluster familiare nel paese di Pian di Scò, nella provincia di Arezzo. Positivi al Covid-19 a Pian di Scò sono padre, madre e due figli di 7 e 2 anni. In questo caso, a contrarre per primo il virus è stato il papà, rientrato a casa dopo un viaggio di lavoro fuori dalla Toscana.