1.475 CONDIVISIONI
Ultime notizie su Sara Pedri, ginecologa scomparsa a Trento
23 Giugno 2022
19:16

Sara Pedri, la lettera di compleanno della sorella: “È più di un anno che ti scrivo e parlo”

Lettera a Sara Pedri per il suo 33esimo compleanno: “Oggi penso a tutti quegli abbracci, sorrisi ed esperienze rimandate che vorrei regalarti e regalarci, ma nello stesso tempo sto cercando di trasformare la tua assenza in una nuova presenza, dove il tempo non le fa più da padrone e la distanza non esiste più”, scrive Emanuela.
A cura di Susanna Picone
1.475 CONDIVISIONI
Sara Pedri e la sorella Emanuela
Sara Pedri e la sorella Emanuela
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Ultime notizie su Sara Pedri, ginecologa scomparsa a Trento

Una lettera piena di amore per il suo compleanno. È quella che Emanuela Pedri ha voluto scrivere e leggere per sua sorella Sara, la ginecologa scomparsa a Cles (Trento) a marzo 2021 e il cui corpo non è stato mai ritrovato nonostante le lunghe ricerche.

Il 23 giugno Sara Pedri compirebbe 33 anni e la sua famiglia ha organizzato questo pomeriggio un’iniziativa pubblica “per farle arrivare tutto l’amore, le parole e l’affetto che le sono mancate”.

Al parco urbano di Forlì è stata installata una cassetta postale in cui chiunque può lasciare un pensiero per la giovane dottoressa che sarebbe stata vittima di gravi episodi di mobbing sul lavoro.

E la sorella Emanuela ha voluto scrivere e leggere una lettera per Sara: "Ciao Sarì, è più di un anno che ti scrivo e ti parlo, mi è servito per continuare ad avere quella confidenza che era alla base del nostro rapporto", così la sorella maggiore della ginecologa che a Fanpage.it ha ricordato che "in Italia ci sono tante Sara, che vivono ogni giorno situazioni simili".

La cassetta postale installata dalla famiglia di Sara Pedri
La cassetta postale installata dalla famiglia di Sara Pedri

La lettera a Sara Pedri recitata dalla sorella per il suo compleanno

Ciao Sarì, è più di un anno che ti scrivo e ti parlo, mi è servito per continuare ad avere quella confidenza che era alla base del nostro rapporto. Un giorno la psicologa mi ha chiesto: ‘Perché ti senti così in colpa quando non pensi a lei tutto il giorno? Prima che lei scomparisse, la pensavi ogni giorno con la stessa intensità con cui la pensi ora?' Questa domanda mi ha fatto molto riflettere e mi ha fatto capire che quando una persona ci manca le diamo più attenzione di quando l’abbiamo vicina, perché diamo la sua presenza e il suo amore per scontato e non ci rendiamo conto di quanti abbracci, sorrisi e ti voglio bene rimandiamo pensando con presunzione di avere sempre il tempo per poterlo fare. Oggi penso a te Sara nel giorno del tuo 33°compleanno, a tutti quegli abbracci, sorrisi ed esperienze rimandate che vorrei regalarti e regalarci, ma nello stesso tempo sto cercando di trasformare la tua assenza in una nuova presenza, dove il tempo non le fa più da padrone e la distanza non esiste più! Non smetterò mai di scriverti e di pensarti perché paradossalmente oggi ti sento vicina più che mai! So che non hai mai smesso un istante di proteggermi e di proteggerci perché l’hai sempre fatto, ci hai protetto fino alla fine. Io continuerò a fare ciò che ti ho promesso per AMORE TUO e di tutta la famiglia. Ti amo tanto, Tua Manù.

La lettera di Emanuela Pedri
La lettera di Emanuela Pedri

Fiori per Sara Pedri dalle colleghe di Trento

Fiori lasciati sul ponte di Mostizzolo dalle ex colleghe di Sara Pedri
Fiori lasciati sul ponte di Mostizzolo dalle ex colleghe di Sara Pedri

Anche le vecchie colleghe di Trento di Sara Pedri hanno voluto ricordare, nel giorno del suo compleanno, la ginecologa scomparsa. Lo hanno fatto con dei fiori e un messaggio che recita "Buon compleanno Sara" lasciato sul ponte di Mostizzolo, dove venne ritrovata l'auto della giovane donna. Un gesto inaspettato che ha commosso profondamente la famiglia di Sara.

1.475 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni