Si è spenta all’ospedale di Catania la giovane Rita Fiorenza, una ragazza di ventitré anni rimasta vittima, lo scorso 23 dicembre, di un grave incidente domestico. La giovane, residente a Monasterace, nella città metropolitana di Reggio Calabria, a pochi giorni dal Natale era rimasta gravemente ustionata mentre stava accendendo il fuoco nel camino di casa. Rita era ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Cannizzaro di Catania. A quanto risulta, le sue condizioni di salute si erano aggravate nelle ultime ore, fino al decesso nella serata di martedì.

“La notizia che Rita non ce l’ha fatta ci lascia sgomenti insieme con tutta la nostra comunità. Ci stringiamo ai famigliari duramente colpiti dalla gravissima e dolorosissima perdita esprimendo il nostro cordoglio”, si legge sulla pagina Facebook del comune di Monasterace, che annuncia anche il lutto cittadino nella giornata in cui si terranno i funerali della giovane donna. Per i delicati interventi chirurgici che la giovane avrebbe dovuto dovuto sostenere, cittadini e associazioni si erano mobilitati in una gara di solidarietà per una colletta.

Rita, che lavorava come cassiera in un supermercato, viene descritta come una ragazza benvoluta e apprezzata nel paese, dove viveva con i genitori e i suoi fratelli. Tanti i messaggi di cordoglio pubblicati sui social in queste ore: “Non posso credere che sia andata cosi, non ci sono parole per descrivere il vuoto che hai lasciato, la vita è stata ingiusta. Ricorderò di te quel sorriso e quella gioia che emanavi anche nelle circostanze più tristi. Dai la forza alla tua famiglia per affrontare questo grande dolore. Riposa in pace piccola stella”, uno dei tanti messaggi apparsi in queste ore su Facebook.