274 CONDIVISIONI
22 Ottobre 2021
21:53

Recluso in casa da due anni, dopo la denuncia di Fanpage per Lello si riaccende la speranza

Sembra poter avere un lieto fine la storia di Lello Calabrese, l’uomo in carrozzina che da due anni vive da recluso in casa sua perché l’ascensore installato nello stabile in cui vive a Tortora (Cosenza) non dispone del certificato di collaudo. Dopo il servizio di Fanpage.it un responsabile Aterp promette che entro Natale il 55enne potrà usare l’ascensore.
A cura di Francesca Lagatta
274 CONDIVISIONI

Potrà usufruire di un nuovo ascensore, probabilmente entro Natale, riappropriandosi finalmente della sua libertà. Sembra poter avere un lieto fine la drammatica storia di Lello Calabrese, l'uomo in carrozzina che da due anni vive da recluso in casa sua perché l'ascensore installato nello stabile in cui vive – una palazzina popolare alla periferia di Tortora (Cosenza) – non dispone del certificato di collaudo. L'annuncio è stato dato direttamente da un responsabile Aterp (ente proprietario degli alloggi), durante una diretta di "Pomeriggio 5", il programma targato Mediaset e condotto da Barbara D'Urso, che ha voluto approfondire la vicenda denunciata da Fanpage.it inviando i suoi cronisti sul posto.

La moglie: "Siamo felicissimi"

È ancora emozionata Pina Lotti, moglie di Lello, raggiunta telefonicamente della redazione in serata. "Nel pomeriggio abbiamo ricevuto a casa la visita di un ingegnere e di un tecnico dell'Aterp – dice – che hanno fatto un nuovo sopralluogo per ispezionare l'impianto". Stavolta l'Aterp, che in passato pare abbia fatto cenno a problemi di natura economica, sembra essere intenzionata a risolvere la questione una volta per tutte: "Monteremo un impianto ex novo – hanno assicurato anche gli incaricati Aterp – così l'ascensore potrà essere usato subito".

Un Natale speciale

Per Lello e Pina il prossimo potrebbe essere un Natale davvero speciale. Da quando il 55enne, a causa di una grave malattia, è costretto a spostarsi su una sedia a rotelle, è sua moglie a doverselo caricare in spalla quelle rare volte in cui esce, ad esempio quando deve sottoporsi a controlli medici. Ma Pina ha un corpo più esile e negli ultimi mesi è precipitata due volte dalle scale, finendo a faccia in giù, con il serio rischio per entrambi di farsi irrimediabilmente male. "È una situazione che non si può più sopportare", aveva detto alle nostre telecamere il sindaco di Tortora, Antonio Iorio. Il primo cittadino ha avviato da tempo un dialogo con l'Aterp, ma finora l'ascensore è rimasto inutilizzabile. Oggi, invece, anche grazie alla denuncia di Fanpage.it la vicenda sembra essere arrivata a una svolta: "Siamo troppo contenti – hanno detto i due coniugi commentando le dichiarazioni del responsabile dell'Aterp – ma rimarremo vigili, speriamo che le parole stavolta si traducano in fatti".

274 CONDIVISIONI
Minacciato Bonelli dei Verdi, ha presentato esposto su Forza Nuova dopo le inchieste di Fanpage
Minacciato Bonelli dei Verdi, ha presentato esposto su Forza Nuova dopo le inchieste di Fanpage
Incidente Argenta, scontro tra due auto: morte due ragazze di 20 e 21 anni
Incidente Argenta, scontro tra due auto: morte due ragazze di 20 e 21 anni
Scompare mentre è a letto, appello del nonno di Nicholas dopo 12 anni: "Trovatelo e posso morire felice"
Scompare mentre è a letto, appello del nonno di Nicholas dopo 12 anni: "Trovatelo e posso morire felice"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni