Un ragazzo di 21 anni di Quartucciu è ricoverato in condizioni disperate al Policlinico di Monserrato per meningite. Il giovane, da quanto si apprende, è giunto ieri in ospedale manifestando i sintomi propri della patologia poi accertata. E' stato immediatamente sottoposto a terapia antibiotica ed è attualmente ricoverato nel reparto di rianimazione. Il ceppo di meningite che ha colpito il 21enne sarebbe uno dei più aggressivi. La Asl di Cagliari ha disposto la profilassi per la fidanzata, i parenti stretti e il gruppo di persone con cui il giovane ha trascorso un periodo di vacanza a Santa Margherita di Pula prima del malore che lo ha colto ieri a Quartucciu.

Che cos'è la meningite

La meningite è un'infiammazione delle membrane che avvolgono il  cervello umano e il midollo spinale e può essere di tre tipi:

  • virale – meningite asettica, è la forma più comune e si rivolve nell'arco di 7-10 giorni (di solito non ha conseguenze gravi)
  • batterica – più rara e grave e con conseguenze anche letali
  • fungina – si manifesta, di solito, in persone con deficit della risposta immunitaria e, in alcuni casi, può essere letale

La meningite si sviluppa solitamente da un'infezione che si origina in un altro punto del corpo da cui gli agenti riescono a raggiungere, attraverso il sangue, le meningi. L'infiammazione può svilupparsi anche da otiti o sinusiti, così come da un'infezione a livello cerebrale in seguito alla frattura del cranio.

Una volta diagnosticata, la meningite può essere curata con antibiotici, nel caso di quella batterica, mentre per quella virale non esiste cura poiché i sintomi si risolvono nel giro di una settimana. Per evitare di contrarre la meningite, spiega il sito del Ministero della Salute, esistono diversi vaccini: contro l'Emofilo di tipo B; contro lo Pneumococco glicoconiugato; contro lo pneumococco polisaccaridico; monovalente contro il Meningococco di tipo C; monovalente contro il Meningococco di tipo B; quadrivalente contro il Meningococco A-C-Y-W135.