130 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
10 Marzo 2022
15:42

Quando la Ue potrebbe decidere sull’ingresso dell’Ucraina

L’Ucraina torna a chiedere di poter aderire immediatamente all’Unione europea, ma i tempi dei negoziati sarebbero comunque lunghi. Oggi parte il Consiglio europeo a Versailles e non è detto che non si parli anche di questa (remota) possibilità.
A cura di Tommaso Coluzzi
130 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

L'Ucraina può davvero entrare nell'Unione europea in tempi brevi? Dopo giorni in cui la questione sembrava essere stata accantonata – almeno lato Ue – si torna a parlare di questa possibilità. A rilanciarla è stato il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, che ha scritto una lettera al Financial Times dal titolo "L'Ue deve concedere subito l'adesione all'Ucraina". Il messaggio, insomma, è chiaro e la voce di Kiev torna a farsi sentire a Bruxelles: "Questo passo sarebbe un'enorme iniezione di speranza per il popolo ucraino – ha continuato il ministro ucraino – In questi tempi bui abbiamo bisogno di questa speranza più che mai". Ma non solo: "L'adesione di Kiev rafforzerebbe notevolmente l'Ue in prestigio e forza". Da Bruxelles, per ora, non è arrivata alcuna risposta, ma se da un lato abbiamo capito che i tempi per l'ingresso sono lunghi, dall'altro qualcosa potrebbe muoversi proprio in queste ore.

Come funziona l'ingresso di un Paese nell'Unione europea

Per entrare nell'Unione europea bisogna innanzitutto ottenere lo status di candidato, come chiesto dal Parlamento europeo in una risoluzione. Sarà il Consiglio europeo a decidere se, eventualmente, approvare la candidatura e dare il via alla fase negoziale seguita con la lente d'ingrandimento dalla Commissione Ue. Durante i negoziati, appunto, vengono decise una serie di riforme e di azioni che lo Stato candidato deve mettere in atto per poter entrare nell'Unione. L'Ucraina dovrebbe rivedere la propria governance, dimostrare di avere un’economia di mercato affidabile e delle istituzioni in grado di garantire il rispetto dei principi fondamentali dell’Unione. Insomma, è un lavoro lungo e complicato. Basta pensare che ci sono Paesi candidati da vent'anni.

Quando l'Ucraina potrebbe entrare realisticamente nella Ue

C'è anche un altro passaggio fondamentale: ogni step va votato all'unanimità dai Paesi dell'Unione durante il Consiglio europeo. Sia per candidare, che per avviare i negoziati, che per dare il via libera finale all'ingresso (cosa che succede, di solito, a distanza di anni). Insomma, ora come ora un ingresso rapido dell'Ucraina nell'Ue sembra impossibile. Intanto, però, oggi si apre a Versailles un Consiglio europeo informale convocato dal presidente francese Macron. Ci saranno molti temi sul tavolo, ma non è detto che si possa discutere anche dell'ingresso dell'Ucraina nell'Unione. Certo, sarebbe un precedente importante, perché accettarla in tempi rapidi vorrebbe dire derogare praticamente a tutte le regole di cui abbiamo parlato finora. Ma potrebbe essere un messaggio politico importante nei confronti di Putin, quantomeno avviare i negoziati, ma anche un altro fattore da mettere sul tavolo della trattativa diplomatica. È praticamente impossibile, ma un pochino meno della scorsa settimana.

130 CONDIVISIONI
2598 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni