1.238 CONDIVISIONI
Esami di Maturità 2022
22 Giugno 2022
07:50

Prima prova maturità 2022, Pascoli e Verga all’analisi del testo: le tracce della tipologia A

La Maturità 2022 è ufficialmente iniziata con la prima prova scritta: Pascoli e Verga gli autori scelti per l’analisi del testo.
A cura di Redazione
1.238 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Esami di Maturità 2022

Sono Giovanni Pascoli, con "La via ferrata" di Myricae, e Giovanni Verga con "Nedda. Bozzetto siciliano" gli autori scelti dal Ministero dell'Istruzione per l'esame di maturità di quest'anno. Entrambi gli autori erano protagonisti del tototracce delle ultime ore. Pascoli è stato votato tra i poeti più quotati nel più recente toto-tema di Skuola.net, indicato dal 22% degli studenti. Verga, invece, è stata la scommessa del 50% degli studenti tra gli scrittori di prosa dell’800.

Quest'anno la prima prova vale un massimo di 15 punti: tra le 7 tracce proposte dal Ministero, anche l'analisi del testo, in prosa o poesia, appartenente alla tipologia A. Molte le ricorrenze e gli anniversari di quest'anno di cui si è parlato per il totonomi alla Maturità 2022.

La via ferrata di Pascoli alla prima prova della Maturità

Una delle due tracce di analisi del testo è di Giovanni Pascoli: la poesia è La Via Ferrata, tratta dalla raccolta poetica Myricae.

Giovanni Pascoli
Giovanni Pascoli

Myricae – L'ultima passeggiata – VI – La via ferrata

Tra gli argini su cui mucche tranquilla-
mente pascono, bruna si difila
la via ferrata che lontano brilla;

e nel cielo di perla dritti, uguali,
con loro trama delle aeree fila
digradano in fuggente ordine i pali.

Qual di gemiti e d’ululi rombando
cresce e dilegua femminil lamento?
I fili di metallo a quando a quando
squillano, immensa arpa sonora, al vento.

La novella di Verga "Nedda. Bozzetto Siciliano"

La seconda traccia di analisi del testo, per la prosa, è "Nedda. Bozzetto siciliano", di Giovanni Verga, di cui ricorre quest'anno il centenario della morte.

Nedda, una ragazza semplice e rassegnata che lavora come raccoglitrice di olive per raccogliere il denaro necessario a curare la madre. Ma dopo la morte di quest'ultima, Nedda, disperata, è sostenuta solamente dall'amore per Janu, contadino che lavora con lei. Janu muore mentre Nedda è incinta: la ragazza resta sola e riesce a dare alla luce alla sua bambina, che però muore poco dopo essere venuta al mondo.

Giovanni Verga
Giovanni Verga

Gli autori nelle tracce dell'analisi del testo gli scorsi anni

Giuseppe Ungaretti e Leonardo Sciascia sono stati gli autori usciti all'analisi del testo nel 2019, ultimo anno in presenza prima della pandemia da Covid. In particolare, i focus delle tracce riguardavano la poesia "Risvegli" di Giuseppe Ungaretti, tratta da "Il porto sepolto" e un brano di prosa tratto dal romanzo "Il giorno della Civetta" di Leonardo Sciascia. Il 2018, invece, fu l'anno di Giorgio Bassani, con un brano tratto dal romanzo "Il giardino dei Finzi Contini", la sua opera più famosa.

1.238 CONDIVISIONI
263 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni