10.727 CONDIVISIONI
21 Dicembre 2019
17:20

Prato, operai in sciopero multati grazie al decreto sicurezza di Salvini

Ai ventuno lavoratori sono state notificate multe di 4mila euro in quanto avrebbero messo a rischio la sicurezza attuando un blocco stradale. A denunciare l’accaduto è stato il sindacato che aveva organizzato la protesta, il Si Cobas, secondo il quale si tratta della prima applicazione a livello nazionale di una norma contenuta nel Decreto sicurezza voluto dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini.
A cura di Antonio Palma
10.727 CONDIVISIONI

Erano scesi in strada per i loro diritti e per protestare contro le terribili condizioni lavorative a cui erano sottoposti con situazione di gravissima illegalità e sfruttamento della manodopera ma per questo sono finiti nel mirino delle autorità e multati. È quanto accaduto a ventuno operai che lo scorso 16 ottobre avevano preso parte a una protesta sindacale davanti alla Tintoria Superlativa di via Inghirami a Prato. A denunciare l’accaduto è stato il sindacato che aveva organizzato la protesta, il Si Cobas, secondo il quale si tratta della prima applicazione a livello nazionale di una norma contenuta nel Decreto sicurezza voluto dall'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Ai ventuno lavoratori sono state notificate multe di 4mila euro in quanto avrebbero messo a rischio la sicurezza attuando un blocco stradale. Un blocco che in realtà il sindacato nega sia mai avvenuto. Per questo i rappresentanti dei lavoratori hanno deciso di indire una nuova protesta, che si è svolta questa mattina per chiedere il ritiro delle multe. Secondo la ricostruzione del sindacato, la manifestazione fu indetta contro il mancato rispetto dell'accordo "che avrebbe dovuto aprire un percorso di regolarizzazione in un contesto di gravissima illegalità imprenditoriale e sfruttamento della manodopera".

"Lavoro nero, turni di 12 ore per 7 giorni la settimana, paghe di mille euro, niente ferie, malattie o permessi. Condizioni confermate dal controllo dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro che per la terza volta in 4 anni procedeva alla sospensione dell'attività e all'apertura di un fascicolo presso la Procura della Repubblica per sfruttamento” hanno ricordato i sindacalisti. Durante la protesta in strada un'auto travolse alcuni operai in sciopero e la sindacalista Sarah Caudiero rimase lievemente ferita a un piede. Alcuni dei presenti furono così identificati e ora per loro è scattata la multa.

"L'applicazione del Decreto Salvini contro le legittime proteste dei lavoratori è un campanello di allarme sullo stato di salute delle libertà democratiche sul nostro territorio. Ancora più grave che questo accada andando a sanzionare lavoratori in sciopero che non recepiscono retribuzioni da sette mesi e sono impegnati nella denuncia di situazioni gravissime di sfruttamento ed illegalità imprenditoriale che purtroppo contraddistinguono ancora il distretto pratese” scrive in una nota il sindacato, aggiungendo: “Dalle misure di vero e proprio razzismo istituzionale alle misure di limitazione del diritto di dissenso, il Decreto Salvini porta avanti una e vera e propria guerra ai più deboli in nome di una presunta sicurezza”

10.727 CONDIVISIONI
Porto di Ravenna: operaio muore sul lavoro, schiacciato da una enorme bobina d'acciaio
Porto di Ravenna: operaio muore sul lavoro, schiacciato da una enorme bobina d'acciaio
Sequestro da 500mila euro al Papete per evasione fiscale: è lo stabilimento preferito da Salvini
Sequestro da 500mila euro al Papete per evasione fiscale: è lo stabilimento preferito da Salvini
Vaccini e scuola, si va verso l'obbligo per docenti e personale: immunizzati entro il 12 settembre
Vaccini e scuola, si va verso l'obbligo per docenti e personale: immunizzati entro il 12 settembre
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni