6.785 CONDIVISIONI
4 Febbraio 2020
19:24

Palermo, rubato il passeggino di una bimba disabile. L’appello dei genitori: “Restituitelo”

L’appello di una famiglia di Palermo a cui domenica scorsa è stato rubato un passeggino omologato per la figlia disabile mentre si trovavano nell’androne di un palazzo in via Rocco Jemma: “Siamo disperati. Senza quello non può uscire, non posso portarla a fare una passeggiata all’aria aperta”. Tuttavia, il direttore della sanitaria che fornisce questi tipi di passeggini si è offerto di darne subito un altro ai genitori.
A cura di Ida Artiaco
6.785 CONDIVISIONI

"Per nostra figlia quello non è un semplice passeggino, ma un mezzo di trasporto. Senza quello non può uscire, non posso portarla a fare una passeggiata all'aria aperta, non può godersi le belle giornate di sole di questi giorni. Siamo disperati". È questo l'appello che una coppia di genitori di Palermo ha fatto rivolgendosi a chi domenica scorsa ha rubato il passeggino omologato della loro bambina, che è disabile. La famiglia si trovava nell'androne di un palazzo in via Rocco Jemma. Proprio qui avevano lasciato il passeggino legato ad una catena perché era troppo pesante da sollevare. Ma è stata comunque portata via e il furto ha provocato grandi disagi ai genitori della piccola, perché non possono acquistare una nuova carrozzina e dovranno attendere qualche mese prima che l'Asp concluda la pratica per il nuovo acquisto.

"Ma il prezzo più alto lo sta pagando nostra figlia – hanno continuato -. Siamo disperati. I passeggini che abbiamo a disposizione, sono per bambini piccoli, non sono utilizzabili. Speriamo di cuore che venga ritrovato". Da qui, l'appello: "Chiunque avvisti il passeggino e lo riconosca, per favore non esiti a sollecitare le forze dell'ordine per farcelo riavere". In tutta la città è immediatamente partita una gara di solidarietà e in tanti si sono mossi per dare una mano concreta alla famiglia, anche se il passeggino non è ancora stato ritrovato. Da come riporta Palermo Today, uno zio della piccola ha fatto sapere che "la situazione si è risolta al meglio, il direttore della sanitaria che fornisce questi tipi di passeggini si è offerto di darne subito un altro alla famiglia. Grazie comunque davvero a tutti della vostra gentilezza nei riguardi della piccola, sono contento che almeno esistono anche persone di cuore pronte sin da subito ad aiutare senza battere ciglio".

6.785 CONDIVISIONI
Palermo, bimba abbandonata perché aveva il Covid trova una nuova famiglia. La madre biologica si oppone
Palermo, bimba abbandonata perché aveva il Covid trova una nuova famiglia. La madre biologica si oppone
Bimba nata in Ucraina da maternità surrogata, dietrofront dei genitori: "Non volevamo abbandonarla"
Bimba nata in Ucraina da maternità surrogata, dietrofront dei genitori: "Non volevamo abbandonarla"
La Procuratrice sul caso della bambina ucraina: "L'abbandono c'è, ma non è reato in Italia"
La Procuratrice sul caso della bambina ucraina: "L'abbandono c'è, ma non è reato in Italia"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni