Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

È atterrato la scorsa notte all'aeroporto di Palermo il volo di stato che trasportava due sacche di plasma iperimmune dall’azienda ospedaliera di Pavia per la donna incinta ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Cervello del capoluogo siciliano risultata positiva al coronavirus e rientrata da Londra nei giorni scorsi. Le condizioni della gestante sono molto gravi. E’ intubata e sedata. Le sacche sono arrivate all’aeroporto di Punta Raisi e sono state prelevate dal personale del 118. I sanitari, scortati dalla polizia, sono arrivati all’ospedale Cervello. L’intera operazione è stata coordinata dai medici della rianimazione del Cervello con la sala operativa del 118.

La donna, di origini bengalesi ma residente a Palermo, era tornata da Londra facendo scalo a Roma tra il 14 e il 15 maggio scorsi. Tutti i passeggeri che hanno viaggiato con lei sono stati avvisati dall’Alitalia e dai sanitari dell’Asp di Palermo. Così pure sono stati individuate le persone che sono venute a contatto con la gestante. A tutti è stato eseguito il tampone e tutti sono stati messi in quarantena.

Coronavirus, la situazione in Sicilia

Malgrado la riapertura di molte attività e l'ormai piena Fase 2, in Sicilia l'epidemia di coronavirus continua a muoversi lentamente: ieri infatti sono stati registrati tre nuovi contagi e un solo decesso. Sull'isola dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 137.682 (+2.421 rispetto a ieri), su 120.206 persone: di queste sono risultate positive 3.430 (+3), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.430 (-3), 1.729 sono guarite (+5) e 271 decedute (+1). Degli attuali 1.430 positivi, 93 pazienti (-5) sono ricoverati – di cui 10 in terapia intensiva (+1) – mentre 1.337 (+2) sono in isolamento domiciliare. Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani.