Sono ore di preoccupazione per le condizioni di una donna incinta – affetta da coronavirus – tornata a Palermo da Londra un paio di settimane fa e adesso ricoverata all’ospedale Cervello del capoluogo siciliano. La donna, di origini marocchine, ha viaggiato dal Regno Unito all'isola effettuando prima uno scalo a Roma ed è stata ricoverata d’urgenza ieri sera dopo un intervento del 118. È risultata positiva al tampone per il Covid-19. Esiste un percorso nascita predisposto per i casi di gravidanze di pazienti positive, e oggi i medici stanno valutando l’eventualità di eseguire un parto cesareo per fare nascere il piccolo. La donna ieri sera ha accusato gravi problemi respiratori ed è stata trasportata in ospedale palermitano. Secondo quanto fanno sapere dal nosocomio, seppur gravi né lei né il piccolo che porta in grembo sarebbero attualmente in pericolo di vita. I medici ne hanno disposto il trasferimento dal reparto di Pneumologia a quello di Rianimazione. "La paziente non è comunque intubata e respira autonomamente", spiegano.

Stando a quanto rivelano i quotidiani siciliani in queste ore le autorità sanitarie sono impegnate nel tentativo di risalire a tutte le persone che potrebbero essere venute in contatto con la gestante, compresi i passeggeri dei due voli che la donna ha preso: A tutti verranno eseguiti i tamponi. I test sono stati già effettuati ai familiari e a quanti a Palermo sono stati vicini alla paziente.

Coronavirus, la situazione in Sicilia

Dall'inizio dei controlli, in Sicilia sono stati effettuati 135.261 tamponi (+2.012 rispetto a ieri), su 118.208 persone: di queste sono risultate positive 3.427 (oggi +4), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.433 (-20), 1.724 sono guarite (+23) e 270 decedute (+1). Degli attuali 1.433 positivi, 98 pazienti (-2) sono ricoverati – di cui 9 in terapia intensiva (0) – mentre 1.335 (-18) sono in isolamento domiciliare.