Una festa organizzata da cinque studenti dopo aver sostenuto un esame universitario. In tempi normali, una pratica abbastanza comune, molesta solo per qualche condomino. In un periodo di restrizioni anti Covid, allarme per la diffusione delle varianti e l'arrivo della seconda ondata, il ritrovo di cinque studenti in un appartamento rappresenta per i condomini e per le forze dell'ordine una vera e propria emergenza. Per questo gli agenti sono intervenuti dopo che alcuni residenti hanno segnalato l'assembramento tra le mura domestiche di un condominio in via Garibaldi a Ferrara. Un esame che i giovani malcapitati non dimenticheranno, visto che la promozione è culminata in una segnalazione la sera stessa dell'esito positivo. La multa è stata emessa dopo che gli agenti hanno appurato che fosse davvero in corso una festa all'interno del condominio ben oltre l'orario del coprifuoco fissato dalle norme governative contro il contagio da Coronavirus. I ragazzi aspiravano probabilmente a una serata di normalità dopo aver sostenuto con successo un esame universitario, organizzando però una festa in totale opposizione alle regole per la salute stabilite.

La chiamata arrivata alla centrale operativa della questura parlava di musica ad alto volume in un appartamento ben oltre l'orario del coprifuoco. Il sospetto era che vi fosse un party in corso ed è proprio quello che hanno trovato i poliziotti una volta intervenuti sul posto. Gli agenti hanno effettuato un sopralluogo all'ultimo piano della palazzina e hanno sorpreso cinque giovani intenti a festeggiare il superamento di un esame universitario in violazione delle norme anti Covid. La festa è stata immediatamente interrotta dalle forze dell'ordine e i ragazzi, tutti di età compresa tra i 20 e i 22 anni, sono stati sanzionati per aver violato le regole per il contenimento del contagio da Covid-19.