280 CONDIVISIONI
9 Luglio 2020
08:46

Omofobia: la insultano, lei si ribella. Rissa in strada a Caltagirone

Una ragazza lesbica è rimasta coinvolta in una rissa originata da una serie di insulti sulle sue scelte sessuali. La giovane era stata chiama “al maschile”, come altre volte era già successo, ed ha deciso di reagire.
A cura di Davide Falcioni
280 CONDIVISIONI

Ancora un episodio di omofobia: stavolta sarebbe avvenuto a Caltagirone, in Sicilia, dove una ragazza lesbica è rimasta coinvolta in una rissa originata da una serie di insulti sulle sue scelte sessuali. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri. La giovane è stata sentita dai militari dell’Arma, ma al momento non avrebbe ancora presentato nessuna denuncia. Secondo quanto hanno dichiarato alcuni presenti, sembra che la rissa – senza feriti – sia nata fra due gruppi di ragazzi che due sere fa si trovavano per strada nella zona nuova della città. La ragazza sarebbe stata chiamata a voce alta "al maschile", un atteggiamento che più volte era stata costretta a subire per strada e che avrebbe innescato la sua reazione.

Arcigay: "Fieri della reazione della donna"

A supporto della giovane donna è subito intervenuta l’Arcigay catanese con il suo presidente Armando Caravini. "Sono fiero della ragazza – ha dichiarato in una nota – perché non solo ha deciso di metterci la faccia, denunciando pubblicamente l’accaduto e diventando esempio per tanti/e che oggi hanno paura, ma per aver affrontato una situazione difficile. Ha portato con sé l'orgoglio di essere ciò che si è, dichiarando esplicitamente ‘sono fiera di essere lesbica'. Questa ulteriore violenza – ha aggiunto  il presidente di Arcigay Catania – ci fa comprendere quando sia indispensabile una legge contro l’omobitransfobia che a breve sarà discussa in parlamento e ci auguriamo approvata in fretta per colpire e punire i vigliacchi omofobi che agiscono contro chi vuole essere ciò che si è e amarsi alla luce del sole. Siamo già in contatto con la ragazza per dare tutto il sostegno di cui ha bisogno mettendoci a sua disposizione".

280 CONDIVISIONI
Vescovo esorcista omofobo si innamora di una scrittrice di romanzi erotico satanici e si dimette
Vescovo esorcista omofobo si innamora di una scrittrice di romanzi erotico satanici e si dimette
12 di Videonews
Afghanistan, i talebani prendono la capitale del Panshir ma i ribelli di Massoud combattono ancora
Afghanistan, i talebani prendono la capitale del Panshir ma i ribelli di Massoud combattono ancora
Ddl Zan rinviato ancora: la legge contro l'omofobia si discuterà dopo le amministrative
Ddl Zan rinviato ancora: la legge contro l'omofobia si discuterà dopo le amministrative
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni