Benno (foto Facebook)
in foto: Benno (foto Facebook)

Il legale della sorella di Benno Neumair, Madé Neumair, aveva fatto presente al Tribunale del Riesame che potesse esserci la reiterazione del reato. La donna aveva anche manifestato preoccupazione per la propria incolumità e il Tribunale ha deciso di confermare la custodia in carcere per il figlio 30enne di Peter e Laura, la coppia scomparsa da Bolzano il 4 gennaio 2021. Benno è attualmente l'unico sospettato per l'omicidio e l'occultamento di cadavere, anche se in carcere ha continuato a dichiararsi innocente. In mattinata la procura di Bolzano ha conferito l'incarico al medico legale Dario Ragnero per effettuare l'esame sulla salma di Laura Perselli. Gli esiti preliminari saranno disponibili la prossima settimana. Sono ancora in corso le ricerche del corpo di Peter Neumair: gli inquirenti credono che si trovi sul fondo del fiume Adige, così come il cadavere di sua moglie Laura, ritrovata qualche giorno fa e nelle mani dei medici legali. Il 30enne nel frattempo ha nominato come perito l'anatomopatologo Eduard Egarter Vigl.

Le ipotesi degli inquirenti

I due coniugi sarebbero stati uccisi proprio la sera del 4 gennaio scorso, il giorno della loro scomparsa apparentemente inspiegabile. Sempre quel giorno i loro corpi sono stati gettati nel fiume da un ponte in località Vadena, poco lontano da Bolzano. Peter e Laura sarebbero morti in due momenti diversi dello stesso giorno. Peter avrebbe infatti spento il telefono alle 17.30, mentre sua moglie era fuori casa. Laura avrebbe fatto ritorno nell'abitazione alle 18.30. Troppo poco tempo sarebbe intercorso per sbarazzarsi del corpo: Benno, dunque, avrebbe ucciso sua madre per avere una chance di "farla franca" e non avere testimoni. Peter aveva con suo figlio un rapporto conflittuale e l'omicidio potrebbe essersi verificato dopo una discussione. Benno resta quindi per ora l'unico sospettato dell'omicidio della coppia di insegnanti in pensione. Dipinto come un personaggio controverso, Laura aveva già accennato alle amiche e alla stessa figlia Madé le preoccupazioni sull'aggressività di Benno.

Riprendono le ricerche

Sono riprese questa mattina le ricerche di Peter Neumair. Un motoscafo del corpo dei vigili del fuoco di Bolzano sta nuovamente perlustrando l'Adige. Una riunione di coordinamento convocata per oggi stabilirà ulteriori azioni utili ai fini delle ricerche. La pioggia di questi giorni ha reso l'acqua più torbida. Questo potrebbe rendere le operazioni di ricerca più difficili rispetto a quelle dei giorni scorsi, che pure erano state interrotte per impossibilità di setacciare agilmente il fondale. Anche la diga di Mori, a una novantina di chilometri a sud del ponte di Ischia Frizzi, sul quale sono state trova tracce di sangue compatibili con quelle di Peter, viene monitorata.