154 CONDIVISIONI
19 Settembre 2020
18:27

Ogni giorno si affaccia dal balcone e insulta la vicina: in carcere a Rimini per atti persecutori

Protagonista della vicenda un cinquantenne residente nel comune romagnolo che per le sue condotte infine è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di atti persecutori. e condotto nel carcere dei Casetti di Rimini. Secondo il gip il suo comportamento ha provocato nella vittima “uno stato d’ansia e timore”
A cura di Antonio Palma
154 CONDIVISIONI
Immagine di archivio
Immagine di archivio

Come è noto a chiunque vive un palazzo, purtroppo le liti condominiali tra vicini sono all'ordine del giorno ma quanto accaduto in una condominio di Riccione è andato bene oltre le normali contrasti: un uomo ha preso di mira la sua vicina presentandosi davanti a lei ogni singolo giorno per insultarla. Protagonista della vicenda un cinquantenne residente nel comune romagnolo che per le sue condotte infine è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di atti persecutori. I militari dell'arma nelle scorse ore infatti hanno notificato all'uomo una ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Rimini su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Una provvedimento restrittivo molto severo dettato proprio dal prolungarsi dei comportamenti dell'uomo nei confronti della vittima andati avanti per tutta l'estate. Un atteggiamento che ha provocato nella donna  "uno stato d'ansia e timore tali da costringerla a mutare le proprie abitudini" come scrive i Gip nell'ordinanza. Come accertato dalle indagini, il 50enne, che ha già precedenti, infatti tutti i giorni si affacciava dal balcone per insultare pesantemente la vicina di casa ma spesso non si limitava solo a questo iniziando anche a minacciarla apertamente. Tra le "condotte moleste" accertate dai militari dell'Arma durante l'indagine anche il suonare insistentemente il campanello di casa della vittima senza motivo o meglio col solo scopo di poterla insultare ancora. Alla base di tutto vecchi dissidi tra condomini e screzi di vicinato mai superati. Dopo la notifica del provvedimento, i carabinieri della Stazione di Riccione hanno portato l'uomo nel carcere dei Casetti di Rimini.

154 CONDIVISIONI
Scandicci, giù dal balcone: morti marito e moglie. I vicini li hanno visti cadere, lei era malata
Scandicci, giù dal balcone: morti marito e moglie. I vicini li hanno visti cadere, lei era malata
Pestato a sangue in un albergo a Rimini, 45enne muore dopo 9 giorni di coma: fermati tre uomini
Pestato a sangue in un albergo a Rimini, 45enne muore dopo 9 giorni di coma: fermati tre uomini
Sfregiata con l’acido, oggi si batte contro la violenza sulle donne: la storia di Gessica Notaro
Sfregiata con l’acido, oggi si batte contro la violenza sulle donne: la storia di Gessica Notaro
27 di Cose Vere
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni