Nuovi casi di Coronavirus in Puglia: undici persone, tra cui una bambina, sono risultate positive a Covid-19 e almeno 70 sono state poste in quarantena dopo lo scoppio di due micro-focolai a Cerignola, in provincia di Foggia, secondo quanto trapela da fonti interne dell'Asl della città. Si tratterebbe di due piccoli cluster, composti rispettivamente da sette e quattro infetti, che si riferiscono a due gruppi familiari collegati tra loro. Tra i contagiati ci sarebbe anche un infermiere in servizio all'ospedale Giuseppe Tatarella, dove è già stato sanificato il reparto interessato. La trasmissione del nuovo virus sarebbe partita da una donna che ha manifestato sintomi, come febbre alta e difficoltà respiratorie che, a sua volta, avrebbe contagiato il marito, l'infermiere.

A quanto riferisce La Repubblica, la coppia pare che abbia partecipato nei giorni scorsi alla festa di compleanno per i 18 anni della figlia: qui sarebbero state infettate altre 7 persone, tutte della famiglia.  Il sospetto è che il contagio sia avvenuto all'indomani della visita di una parente arrivata dal Nord Italia e già rientrata. Gli altri due casi positivi rientrano, invece, nel secondo focolaio. Da indiscrezioni sugli 11 contagiati, 9 sarebbero asintomatici. Decine le persone sotto osservazione a Cerignola. Nelle ultime ore sono stati eseguiti anche i tamponi a tutto il personale del reparto dove lavora l'infermiere risultato positivo. "L’indagine epidemiologica sta procedendo – ha detto il direttore del Dipartimento di Promozione della Salute, Vito Montanaro – il Dipartimento di Prevenzione della Asl di Foggia è al lavoro per il tracciamento dei contatti stretti, si tratta comunque di casi dei giorni scorsi che sono già in isolamento".

Dall'inizio dell'emergenza sanitaria in Italia, nella sola Puglia sono stati effettuati 240004 tamponi. 3964 sono i pazienti guariti, mentre 95 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei positivi Covid a livello regionale è di 4611. La più colpita è la provincia di Bari, con 1.504 infetti, seguita da quella di Foggia con 1186 pazienti, e poi ancora Brindisi (671), Lecce (557), Bat (382) e Taranto, che chiude l'elenco con 281 casi accertati.