Follia a Cameri, in provincia di Novara, dove un uomo ha lanciato una bomba carta contro la casa della sua ex compagna che aveva rifiutato un suo regalo. È successo ieri, nel corso della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. L'aggressore, 28 anni, si era presentato sotto l'abitazione dell'ex con un orso di peluche ad altezza uomo, circa un metro e settanta. Lo aveva scelto per convincerla a farlo entrare in casa.  "Voglio solo darti un pensiero", le avrebbe detto. Ma al rifiuto di lei, che si trovava all'interno con il nuovo fidanzato, è sceso nell'androne dell'edificio e ha fatto esplodere la bomba carta, innescata con una miccia, danneggiando il pavimento, alcuni vetri e l'auto della vittima che era parcheggiata nei dintorni. Con sé aveva anche un martello di piccole dimensioni. È stato però subito fermato da una pattuglia dei carabinieri che, trovandosi nelle vicinanze, è stata richiamata dal forte boato della deflagrazione ed è intervenuta immediatamente.

Il ragazzo, disoccupato già noto alle forze dell'ordine, ha riportato ustioni di primo grado ad una mano ed è stato arrestato con l'accusa di minacce e danneggiamento aggravato, nonché di porto e detenzione illegale di esplosivi. I resti della bomba sono stati recuperati su un'area di 60 metri quadrati.