Decine di medici morti e migliaia di operatori sanitari contagiati, tra cui moltissimi che operavano in prima linea con pochi o addirittura nessun dispositivo di protezione: è l’altissimo prezzo pagato dai nostri camici bianchi in questa emergenza coronavirus. Un costo in vite umane e uno sforzo che non va solo esaltato oggi ma soprattutto non va dimenticato domani quando tutto questo incubo sarà finito. È questo il messaggio de “La lettera degli italiani a tutti i medici in prima linea”, una produzione video di Luca Iavarone per Fanpage.it che chiama a raccolta tutti per ricordarci che tra qualche mese, insieme, dovremo difendere il nostro sistema sanitario nazionale che in questi giorni sta sostenendo uno sforzo fuori dal comune. Sostenerlo dai nuovi tagli che i questi anni lo hanno colpito come una scure ma anche dagli abusi di chi lo ha usato per propri fini impoverendolo.

“Il sistema sanitario nazionale è uno dei migliori al mondo e oggi tutto il mondo guarda a noi come un esempio da seguire, ‘Il Modello italiano' dicono all’estero, ed è proprio adesso che stiamo vivendo la paura e ci sentiamo vulnerabili che è giunta l’ora di ringraziare chi combatte in prima linea. Grazie a tutti i medici che lavorano senza sosta, grazie agi infermieri che fanno turni disumani di 15 ore al giorno, grazie ai medici di primo soccorso che entrano in casa nostra senza spere cosa li aspetta. Grazie a tutte quelle donne e quegli uomini che stanno dietro a ogni malato, dietro a ogni guarito, e anche dietro a chi non ce l’ha fatta” .

“Oggi dobbiamo dirvi grazie ma forse chiedervi anche scusa perché state salvando lo stesso Paese che negli ultimi dieci anni ha tagliato 40 miliardi al sistema sanitario chiudendo cento ospedali. Oggi che siamo ancora in tempo, oltre a dirvi grazie, dobbiamo farvi una promessa: Quando l’emergenza sarà finita non vi dimenticheremo. Quando ci sentiremo al sicuro vi difenderemo noi”.

Video scritto da Luca Iavarone e Luna Esposito

Aiuto regia e Casting director: Paola Mirisciotti

Direttore di fotografia: Fabrizio Acampora

Direttore di produzione: Danilo Zanghi

Post produzione e color: Raffaello Durso