3.859 CONDIVISIONI
Covid 19
30 Dicembre 2021
15:53

No Vax rifiuta di essere intubato: “Tanto guarisco lo stesso”. Muore a 48 anni, aveva 3 figli

Alessandro Mores, 48enne di Thiene padre di tre figli, è morto dopo aver contratto il Covid-19 e aver ostinatamente rifiutato di essere intubato.
A cura di Davide Falcioni
3.859 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo aver contratto il Covid-19 le sue condizioni si sono rapidamente aggravate: trasportato d'urgenza all'ospedale San Bortolo di Vicenza tuttavia ha rifiutato di essere intubato, sicuro che sarebbe riuscito a guarire con le sue sole forze. Il virus però ha avuto la meglio e per Alessandro Mores, 48enne di Thiene padre di tre figli, non c'è stato niente da fare. L'uomo era un convinto No Vax, come testimoniano anche gli innumerevoli post sulla sua bacheca facebook, e neppure l'appello disperato di suo figlio è riuscito a persuaderlo ad accettare le cure che gli sarebbero state impartite in ospedale e che forse, se impartite con la massima celerità, avrebbero potuto salvargli la vita. Solo quando sono stati i medici ad avvertirlo che avrebbe rischiato di morire di lì a poche ore Mores ha dato il consenso, quando tuttavia era ormai troppo tardi. L'uomo è morto poche ore dopo aver fatto il suo ingresso in ospedale.

Il quarantottenne aveva contratto il virus da un paio di settimane ma le sue condizioni sono precipitate martedì pomeriggio. A quel punto il figlio maggiore ha chiamato il 118 per avvertire che il genitore aveva serie difficoltà a respirare. Una volta all’ospedale San Bortolo è stato trasferito d’urgenza al Pronto soccorso Covid, quindi, visto il quadro clinico, al reparto di terapia intensiva riservato ai contagiati dal virus. Mores però è sempre rimasto aggrappato alle sue convinzioni e avrebbe chiesto di firmare per non essere intubato. "Tanto guarisco lo stesso" avrebbe detto. La situazione, già grave, è ulteriormente peggiorata nel volgere di un paio d’ore e a nulla sono valsi gli appelli di medici e familiari ad accettare le cure. Solo quando era ormai troppo tardi i medici hanno tentato il tutto per tutto, ma gli ultimi disperati tentativi di rianimarlo si sono rivelati tardivi ed inutili.

3.859 CONDIVISIONI
31089 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni