11.568 CONDIVISIONI
Coronavirus
23 Luglio 2021
08:03

No vax a Torino, la protesta contro il Green pass e la “dittatura sanitaria”: “Siamo liberi”

Circa 5000 persone si sono radunate in Piazza Castello a Torino per protestare contro il provvedimento del governo che limita l’accesso ai grandi eventi e a bar e ristoranti al chiuso. L’ostilità al Green Pass è collegata ai molti timori legati al vaccino anti-Covid. La piazza si definisce “Free Vax”, per la libertà di scelta vaccinale.
A cura di Gianluca Orrù
11.568 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Arrivano alla spicciolata in tanti gruppi e da tante strade diverse. Arrivano con bandiere, in bicicletta, a piedi. Ci sono molti giovani e pochissime mascherine. La piazza si riempie improvvisamente verso le 21.30 e il numero sembra stupire anche gli organizzatori. Sono in molti a essere scesi in piazza sfidando il caldo asfissiante e le zanzare affamate per dire "No al Green Pass".

C'è Bianca, 19 anni, scesa in piazza perché "ciascuno deve poter scegliere se vaccinarsi o meno" e che non si vaccinerà; c'è Luciana, anche lei dichiara di non volersi vaccinare, che pensa che "siamo come nel film di Benigni, solo che al posto di ‘Vietato agli Ebrei' c'è scritto ‘ Vietato ai non vaccinati'; c'è Damiana, che afferma che "è grave la discriminazione in qualsiasi forma, di sesso, di razza e di vaccino". Anche lei dice che non si vaccinerà contro il Coronavirus. "Sono contro il Green pass e contro la dittatura sanitaria", dice ancora un'altra donna.

In gran parte si definiscono "Free Vax", ovvero per la libertà vaccinale e contro il Green Pass per ciò che rappresenta: una limitazione alla libertà di movimento che per loro è inaccettabile. "Nasciamo liberi – racconta Damiana – e non abbiamo bisogno di un pass per essere liberi".

Ma le ragioni della protesta a Torino sono collegate direttamente con la scelta di non fare il vaccino anti-Covid, che i manifestanti rivendicano come "un atto democratico" e che non può comportare una riduzione delle libertà personali. L'obiettivo della protesta cominciata a Torino il 22 luglio 2021 è quella di scatenare una serie di altre manifestazioni in altre città per convincere il governo ad ammorbidire ulteriormente le norme collegate al Green Pass introdotte nel nuovo decreto Covid.

11.568 CONDIVISIONI
26989 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni