Sedici chili di cocaina, per un valore totale di circa tre milioni di euro, e un bambino di cinque anni. Era il "carico" trovato durante un controllo a un uomo calabrese di 43 anni sorpreso con il bottino di stupefacenti mentre viaggiava in automobile insieme a suo figlio, un bambino che ovviamente ignorava di sedere accanto a cocaina purissima.

Lo spacciatore è stato arrestato dagli agenti della Polizia Stradale di Modena Nord a seguito di un controllo sulla A1, tra Modena e Bologna, in direzione Milano. Una volta perquisita l'auto è emerso come la vettura contenesse un meccanismo in grado di occultare l'accesso ad alcuni vani, situati sotto al sedile posteriore, dove erano nascosta la droga.

"In manette – spiegano dalla Polizia Stradale – è finito un calabrese residente a Milano, città verso la quale era certamente destinata la droga. L'uomo risulta disoccupato e l'intuito degli agenti ha consentito di individuare il corriere e di arrestarlo". L'auto è stata fermata all'altezza dell'area di parcheggio di Castelfranco Emilia sulla A1. Il figlio di 5 anni sarebbe stato ‘usatò come copertura per eludere i controlli ed è stato successivamente affidato alla madre.