Poco prima dell'alba, la Guardia costiera e la Guardia di finanza hanno individuato un imbarcazione incagliata vicino alla costa con a bordo 64 migranti. La barca a vela di circa 15 metri è stata ritrovata tra Bova Marina e Palizzi. A bordo migranti di nazionalità siriana, irachena e iraniana, fra cui donne e bambini. I naufraghi sono stati trasportati a Roccella Ionica tramie due motovedette della Guardia costiera, e poi sono stati sistemati in un centro di prima accoglienza disposto dal Comune.

Nella stessa notte altri cinquanta migranti sono sbarcati nel Salento, a Santa Maria di Leuca. La barca a vela su cui viaggiavano è stata intercettata dalla Guardia di finanza e scortata in porto. Sono tutti uomini, 48 di origine pachistane e 2 di origine afgana. Fra di loro anche 19 minori non accompagnati. Alcuni dei naufraghi erano in stato di ipotermia. A bordo anche due uomini ucraini: gli inquirenti dispongono degli elementi per ritenere che si tratti di trafficanti, e stanno quindi studiando la loro posizione.