È cominciata alle 08:30 di questa mattina, martedì 19 febbraio, la prima simulazione della prova d'italiano dell'esame di Maturità 2019. Il Miur ha pubblicato sulla sezione dedicata del proprio sito internet le tracce e dal momento della consegna gli studenti avranno un massimo di 6 ore per completare l'esercitazione. Si ricorda che le tracce dei temi per la Maturità 2019 sono suddivise per tipologie, uguali per tutti gli istituti italiani: due tracce per la tipologia A (analisi del testo); tre tracce per la tipologia B (il testo argomentativo); due tracce per la tipologia C (il tema d’attualità). Le simulazioni non faranno medie né sostituiranno altre verifiche periodiche, ma serviranno solo come esercitazione in vista del 19 giugno. Tra quelle uscite oggi ci sono un passo di "Storia" di Elsa Morante e una poesia di Pascoli per l'analisi del testo.

Chi è assente oggi o in classi che sono fuori in gita scolastica possono recuperare quando vogliono la simulazione, che resterà disponibile sul sito del Ministero, o partecipare alla prossima, che si terrà il 26 marzo. "La pubblicazione degli esempi di prova è una delle misure che abbiamo predisposto per accompagnare voi maturandi e i vostri docenti nella preparazione dell’Esame di Stato. Faremo una rilevazione a campione per raccogliere le vostre considerazioni. Ringrazio gli insegnanti per il lavoro che stanno facendo per preparare i nostri ragazzi. E agli studenti dico: quello che affronterete sarà un Esame serio, naturalmente, ma molto equilibrato. Che valorizzerà il vostro percorso di studi", ha scritto su Facebook il ministro Marco Bussetti.

"Patria" di Pascoli e "Storia" di Morante per  l'analisi del testo 

Il Miur ha scelto per l'analisi del testo alla simulazione della Maturità 2019 (Tipologia A) una poesia di Giovanni Pascoli, intitolata "Patria".  Si tratta di un brano che era originariamente titolato "Estate" e che solo nell'edizione di Myricae del 1897 diventa "Patria", con riferimento al paese che ha dato i natali al poeta. Chi sceglie questa prova ne deve individuare i temi principali e rispondere ad una serie di domande sulla comprensione e analisi del testo, oltre ad approfondire la tematica dell'estraneità e della perdita, dato che qui il sogno è collegato alla realtà della condizione di esilio del poeta.

Sempre la per la tipologia A è stato proposto un passo di "Storia" di Elsa Morante. Si tratta del romanzo più famoso della scrittrice dopo il successo dell'"Isola di Arturo" e racconta gli avvenimenti di una famiglia nel corso della Seconda Guerra Mondiale e subito dopo la fine del conflitto, rappresentando la vita apparentemente insignificante di alcuni personaggi nei quali la Storia è passata con forza. Nello specifico, nella parte di testo scelta dal Miur è descritto il bombardamento del quartiere di San Lorenzo a Roma del 19 luglio 1943: madre e figlio stanno tornando dalla spesa, quando gli aerei passano sulla loro testa sconquassando tutto. Anche in questo caso è chiesta, oltre all'analisi testuale, una riflessione del tema sulla memoria.

Diritti umani per il testo argomentativo

Per questo riguarda il testo argomentativo (Tipologia B) è stato scelto il tema della violazione dei diritti umani, corredato da un testo del giurista Antonio Cassese, e quello della globalizzazione a livello tecnologico e culturale con un brano di Carlo Rubbia tratto da "La scienza e l'uomo". Per quanto riguarda il tema di attualità (Tipologia C) è stata proposta una riflessione sulla felicità a partire da un estratto dallo Zibaldone di Leopardi o su una citazione da un passo dello psichiatra Vittorino Andreoli, "L'uomo di vetro. La forza della fragilità".