124 CONDIVISIONI
30 Settembre 2021
22:18

Matteo Messina Denaro, spunta il video dell’ultimo avvistamento del boss mafioso ad Agrigento

Il filmato dell’ultimo avvistamento di quello che è considerato il numero uno di Cosa nostra è stato diffuso dal Tg2 in un servizio in onda nell’edizione serale di oggi. Si trarrebbe delle uniche immagini del boss successive a quelle note del 1993 e parte del fascicolo rinchiuso nell’archivio del Tribunale di Marsala.
A cura di Antonio Palma
124 CONDIVISIONI

Il volto del boss dei boss mafiosi Matteo Messina Denaro ripreso in un video da alcune telecamere di sorveglianza tra le strade alla periferia di Agrigento: il filmato dell'ultimo avvistamento di quello che è considerato il numero uno di Cosa nostra è stato diffuso dal Tg2 in un servizio in onda nell’edizione serale di oggi. Si trarrebbe delle uniche immagini del boss successive a quelle note del 1993 e parte del fascicolo rinchiuso nell'archivio del Tribunale di Marsala. Il video risale a dodici anni fa, al 2009, e sono le immagini più recenti di Messina Denaro in mano agli inquirenti.

Secondo il servizio del Tg2, in particolare le immagini col volto del boss superlatitante risalirebbero al dicembre 2009, registrate da una telecamera fissa installata in strada, nelle campagne agrigentine e a poche centinaia di metri dalla casa di Pietro Campo, boss e amico del super-latitante. Nel breve fiammato diffuso si vede un fuoristrada che passa lungo una strada sterrata tra la vegetazione in piena campagna. A bordo due persone: l'autista e, sul sedile del passeggero, un uomo stempiato e con gli occhiali non perfettamente visibile. Secondo gli investigatori della Direzione centrale anticrimine della polizia, proprio quest'ultimo sarebbe Matteo Messina Denaro.

A sostenere questa tesi proprio il fatto che la zona è quella dell'abitazione dell'allora boss della Valle dei Templi Pietro Campo, fedelissimo del numero uno di Cosa nostra, e che in quel periodo il ricercato numero uno era protetto proprio dalle famiglie mafiose agrigentine. L'ipotesi è che Messina Denaro stesse andando proprio ad un incontro con i capi mafia locali.

Son oltre 28 ani che Messina Denaro è latitante. Dopo avergli fatto terra bruciata attorno  Polizia e carabinieri sono stati più volte vicini alla cattura del superlatitante che però è sempre sfuggito anche grazie alla sua rete di sodali. In carcere, negli anni, sono finiti decine di fiancheggiatori e boss ma lui continua a sfuggire alla cattura. Alcuni collaboratori di giustizia hanno raccontato di suoi viaggi in giro per l'Italia ma, come era stato per i suoi predecessori, per gli inquirenti l'ambiente ideale resta la Sicilia dove Messina Denaro si nasconderebbe ancora oggi.

124 CONDIVISIONI
Omicidio Prato, è caccia al pericoloso killer di Gianni Avisato che uccise anche un boss mafioso
Omicidio Prato, è caccia al pericoloso killer di Gianni Avisato che uccise anche un boss mafioso
Viviana e Gioele, archiviate le indagini è tempo dei funerali: l’ultimo saluto sabato a Messina
Viviana e Gioele, archiviate le indagini è tempo dei funerali: l’ultimo saluto sabato a Messina
Il talento di due fratelli che trasformano i capelli dei loro clienti in opere d'arte
Il talento di due fratelli che trasformano i capelli dei loro clienti in opere d'arte
54 di Cose Vere
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni