È allerta massima per maltempo nelle prossime ore in molte zone d’Italia. A causa di una violenta perturbazione che interesserà il Paese da nord a sud, tra la serata di sabato e la giornata dii domenica assisteremo a fenomeni temporaleschi diffusi e anche di notevole intensità, accompagnati da violente raffiche di vento e grandinate improvvise. Violenti nubifragi stanno già interessando diffusamente in queste ore la Sardegna e la Toscana ma temporali imperversano anche in altre zone del Paese e la situazione meteo è destinata peggiorare ulteriormente nelle prossime ore. Per questo, sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse nella giornata di domenica settembre per sette regioni .

Maltempo, l’elenco delle regioni a rischio allerta

Principale osservata sarà la Sicilia dove a causa di un’area di bassa pressione in transito tra le due isole maggiori si determinerà un peggioramento delle condizioni meteorologiche con precipitazioni a prevalente carattere temporalesco, localmente anche di forte intensità. L’allerta però riguarderà anche la Calabria, l’Umbria , il Lazio , l’Abruzzo e la Basilicata. Come spiegano dal dipartimento di protezione civile, “Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, domenica 1 settembre, allerta gialla su alcuni settori di Lombardia, Lazio, Abruzzo, Basilicata e sull’intero territorio di Umbria, Calabria e Sicilia”.

Temporali e grandinate e raffiche di vento

L’avviso segnala che dalla mattinata di domani, domenica 1 settembre, sono attese precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sulla Sicilia, specie sui settori occidentali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che hanno spinto il Dipartimento della Protezione Civile ha lanciare l’allerta gialla.