514 CONDIVISIONI
28 Giugno 2022
19:06

Leonardo, morto precipitando dall’ospedale. La famiglie denuncia: “Rilevate escoriazioni sul corpo”

I genitori di Leonardo Riberti, il 21enne morto dopo essere precipitato dal secondo piano dell’ospedale Maggiore di Bologna, chiedono chiarezza sulle cause del decesso. L’ispezione cadaverica chiesta dalla famiglia avrebbe rilevato escoriazioni su cui ora il medico dovrà pronunciarsi.
A cura di Ida Artiaco
514 CONDIVISIONI

Non si dà pace la famiglia di Leonardo Riberti, 21 anni, morto dopo essere precipitato dal secondo piano dell'ospedale Maggiore di Bologna dove era ricoverato. I genitori continuano a chiedere chiarezza per scoprire con esattezza le cause della morte.

Assistiti dall'avvocato Fabio Anselmo, già noto per aver preso parte al processo Cucchi, dopo che la Procura ha rigettato la richiesta di autopsia, hanno fatto fare a un medico legale l'esame esterno del corpo del ragazzo: stando a quanto riferiscono le agenzie, l'ispezione cadaverica avrebbe rilevato segni su cui ora il medico dovrà pronunciarsi. Si tratterebbe di escoriazioni che potranno chiarire le modalità della caduta e confermare o meno il fatto che il ragazzo stesse tentando di scappare dall'ospedale, quando è precipitato. Per i familiari, infatti, Leonardo, che aveva problemi psichiatrici, non si sarebbe suicidato.

L'Ausl di Bologna, intanto, ha già avviato un’inchiesta interna per far luce sulla vicenda. Agli atti, anche i video delle telecamere di sorveglianza che inquadrano il ragazzo. La dinamica di quello che è successo è ancora in via di ricostruzione. Il padre, Davide Riberti, avvocato civilista, aveva già chiesto che venisse fatta piena luce sulla tragedia. Leonardo era infatti un paziente psichiatrico e il genitore è convinto che volesse solo scappare.

Dal secondo piano il giovane, inoltre, si sarebbe lanciato a oltre due metri di altezza sul terrazzo del primo, senza farsi nulla. Dopo alcuni minuti, però, avrebbe poi deciso di buttarsi giù, finendo sul terrapieno dalla parte d’ingresso delle ambulanze. La convinzione del genitore è quindi che Leonardo volesse solo fuggire dall'ospedale e non farla finita.

514 CONDIVISIONI
“Abbiamo paura, è violento, prendetevi nostro figlio di 13 anni”, la denuncia di una famiglia
“Abbiamo paura, è violento, prendetevi nostro figlio di 13 anni”, la denuncia di una famiglia
Omicidio del piccolo Evan, la madre e il compagno condannati all'ergastolo
Omicidio del piccolo Evan, la madre e il compagno condannati all'ergastolo
Intera famiglia rischia di annegare: salvata da quattro bagnini eroi, uno è finito in ospedale
Intera famiglia rischia di annegare: salvata da quattro bagnini eroi, uno è finito in ospedale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni