8.863 CONDIVISIONI
Covid 19
3 Aprile 2020
19:13

llaria Capua smorza gli entusiasmi: “Il Coronavirus non andrà via con l’estate, ma ne usciremo”

” Siamo di fronte ad una emergenza sanitaria, ma non è un tunnel senza fine. Ne usciremo” anche se “saremo tutti diversi”. Così la virologa in una diretta Instagram con il sindaco di Firenze Dario Nardella, nella quale ha spiegato anche i motivi per cui il Covid 19 si è diffuso così a macchia d’olio rispetto invece a quanto non era stato con la Sars.
A cura di Biagio Chiariello
8.863 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Per Ilaria Capua ci sono "zero possibilità" che il Coronavirus scompaia con l'estate, "questo è un fenomeno di portata epocale. Siamo di fronte ad una emergenza sanitaria, ma non è un tunnel senza fine. Ne usciremo" anche se "saremo tutti diversi". La virologa, direttrice dell'One Health Center of Excellence all'Università della Florida, lo ha detto in una diretta Instagram con il sindaco di Firenze Dario Nardella.

Perchè il Coronavirus si è diffuso così

L'esperta, in riferimento al virus della Sars, ha ribadito che in quel caso "è scomparso con l'estate ma non per il caldo. La Sars è stata fermata da un contenimento, non dal caldo". Tra i problemi che hanno portato alla diffusione del Coronavirus anche la globalizzazione, la possibilità di spostarsi rapidamente da una parte all'altra del mondo: "La pandemia spagnola – ha spiegato – ci ha messo due anni a fare il giro del mondo perché è ‘andata' a piedi, con le navi". Il Coronavirus, ha aggiunto, "non è un virus super resistente, anzi è fragile" ma si trasmette con grande facilità".

Le previsioni di Borrelli e Antonelli

Parole che non si discostano tanto da quelle pronunciate nel corso della conferenza stampa della Protezione civile da Massimo Antonelli, direttore della terapia intensiva del Gemelli e membro del Comitato tecnico scientifico: "Il picco non si è ancora esaurito", ha detto Antonelli, sottolineando che la "tendenza in calo a cui stiamo assistendo è il frutto di quel che è accaduto nelle ultime 3 settimane". E il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, parlando delle notizie emerse in merito ad un'ipotetica nuova "Fase 2" ha tenuto a precisare: "Al momento c'è una sola data che è quella del 13 aprile. Oggi alcune mie parole sono state equivocate, avevo fatto un ragionamento: avevo detto che misure sarebbero state determinate in relazione all'evoluzione della situazione in atto. Per questo motivo è difficile fare previsioni ed abbassare la guardia".

8.863 CONDIVISIONI
31635 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni