1.373 CONDIVISIONI
28 Gennaio 2015
21:14

La marijuana è il settore economico che cresce di più negli Usa

Non esiste un business paragonabile all’industria della cannabis legale negli USA. Una crescita del 74% nel 2014 rispetto all’anno precedente. E se la vendita fosse legalizzata in tutti gli States supererebbe addirittura il settore delle vendite alimentari.
A cura di Biagio Chiariello
1.373 CONDIVISIONI

Avete dei soldi da investire. Non sapete in quale settore lanciarvi. La risposta è semplice: marijuana. Ovviamente non se siete in Italia. Ma negli Stati Uniti nessun business ha avuto una crescita pari a quella della industria della cannabis legale nel 2014, come scrive l’Huffington Post. Il valore complessivo del mercato della marijuana legale vale attualmente 2,7 miliardi di dollari, con un incremento del 74% rispetto all’anno precedente (i guadagni erano stati 1.5 miliardi nel 2014). I dati provengono da tutta una serie di ricerche dell’ArchView Group, società di investimenti basata proprio sulla cannabis e sui suoi usi e derivati. Per sette mesi i ricercatori hanno analizzati centinaia di rivenditori di marijuana negli Stati in cui essa è legale, coltivatori diretti, senza sottovalutare tutte le imprese collaterali nate per causa della legalizzazione, pur non essendo queste direttamente legate al consumo (es. fatturati di imprese di trasporti). “A questo punto, è difficile immaginare che qualunque imprenditore serio non si sia chiesto qualche volta quali siano le potenzialità economiche di un simile mercato“, ha detto il CEO di ArchView Group, Troy Dayton.

11 miliardi di dollari entro il 2019?

Indubbiamente il mercato della cannabis è destinato a crescere ulteriormente con conseguenze inimmaginabili fino a pochi anni fa. Se la sua legalizzazione dovesse espandersi in tutto il territorio degli Stati Uniti supererebbe l’industria del cibo. Secondo ArchView, il solo valore di mercato della marijuana, se fosse regolarizzata in tutti gli Stati, ammonterebbe a 11 miliardi di dollari annuali entro il 2019.

 Marijuana ricreativa e per uso medico, confine troppo labile?

Colorado, Washington, Alaska e Oregon sono gli unici stati dove è possibile comprare marijuana per scopi ricreativi. Negli ultimi due Stati la legge è passato lo scorso novembre e secondo i calcoli le vendite di marijuana dovrebbero superare i $ 275 milioni entro la fine dell'anno. I loro predecessori hanno fatto segnare guadagni per $ 370 milioni in tutto il 2014. La marijuana per uso medico è legale in 23 stati americani. Uno di questi è la California dove si vende il 49% della marijuana legale degli Stati Uniti. A seguire c’è proprio il Colorado con il 30% dei consumi. Va comunque detto che il confine tra la marijuana per uso ricreativo e quella per uso medico si è rivelato molto labile. E' fin troppo semplice infatti aggirare il divieto, consentendo praticamente a chiunque una prescrizione che gli consenta di mettere le mani un quantitativo minimo settimanale.

1.373 CONDIVISIONI
Sequestro record di Marijuana negli Usa: nel magazzino ce n'è per 500 milioni di dollari
Sequestro record di Marijuana negli Usa: nel magazzino ce n'è per 500 milioni di dollari
Cop26, Mercalli a Fanpage.it: "La crescita economica è il problema, non la soluzione"
Cop26, Mercalli a Fanpage.it: "La crescita economica è il problema, non la soluzione"
Rt stabile, ma cresce l'incidenza e aumentano i ricoveri in ospedale: il monitoraggio dell'Iss
Rt stabile, ma cresce l'incidenza e aumentano i ricoveri in ospedale: il monitoraggio dell'Iss
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni