26 Giugno 2012
18:58

La baby gang che si ispira alla Banda della Magliana (e a Romanzo Criminale)

Libano, Freddo, Dandy, Bufalo, questi i nomi dei componenti del gruppo di giovani che per oltre un anno ha compiuto furti e spacciato droga nel vibonese. Prima di ogni colpo guardavano una puntata della serie tv ispirata alla banda della Magliana. Non è la prima volta che Romanzo Criminale diventa musa ispiratrice per qualche banda di bulli.
A cura di Biagio Chiariello
La baby gang che si ispira alla Banda della Magliana e a Romanzo Criminale

C'erano probabilmente il romantico Freddo, l'amante della bella vita Dandy e il duro e spietato Bufalo. E se c'era anche un leader, altri non poteva essere che Libano, nella baby gang di ragazzi, quattro dei quali ancora minorenni, che si dedicava al furto, alla ricettazione, alla spaccio di droga e alla detenzione illegale di munizioni nel vibonese, ispirandosi proprio ai capi della "banda della Magliana". Precisamente ai personaggi resi celebri dal Romanzo Criminale di Giancarlo De Cataldo, portato prima al cinema e poi in televisione rispettivamente da Michele Placido e Stefano Sollima. L'intervento della squadra mobile di Vibo Valentia ha condotto agli arresti domiciliari cinque ragazzi, mentre altri sei sono stati sottoposti all'obbligo di presentarsi all'autorità giudiziaria. Per i due minorenni è stato disposto l'accompagnamento in comunità, come riportato in un lancio dell'Ansa.

I giovani banditi guardavano Romanzo criminale prima di ogni colpo. Una puntata della fiction televisiva e poi decidevano la "vittima" e chi, tra loro, doveva materialmente entrare in azione. In realtà, tutto è iniziato quasi per gioco. Ma colpo dopo colpo, lo spirito di emulazione nei confronti degli idoli ammirati in tv ha avuto il sopravvento e i ragazzi hanno imboccato con decisione la strada della malavita. Dopo i furti (le forze dell'ordine ne hanno contato una cinquantina in appartamenti), è arrivata la droga da consumare ma anche da spacciare (100 sono i grammi di cocaina rinvenuti e sequestrati). Questo per oltre un anno. Le indagini degli investigatori, come fa notare anche il sito locale ildispaccio.it, hanno avuto una svolta significativa dopo che uno dei membri della banda è stato notato durante un controllo di polizia per strada con una ferita alla mano, della quale lo stesso non era stato in grado di fornire giustificazioni plausibili. Gli inquirenti si sono così messi sulle orme dei ragazzi sospettati, identificandoli tutti anche grazie alle intercettazioni dalle quali si è scoperto lo spirito di emulazione di Romanzo Criminale.

Non è la prima volta che la Banda della Magliana diventa musa ispiratrice per qualche banda di bulli. L'ultimo episodio in una scuola primaria di Fiumicino dove i bimbi giocavano a fare Libano e il Dandy, prendendosi gioco di altri piccoli e costringendo i genitori di questi ultimi a prendere provvedimenti. Ed era accaduto un paio di anni fa, con toni molto simili all'episodio denunciato oggi, sempre a Roma: un baby gang di ragazzi, tra i 18 e i 21 anni, dei quartieri Boccea, Aurelio, Primavalle, aveve costretto all'intervento i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere. Sei le ordinanze di custodia cautelare emesse contro i Freddo e i Bufalo della situazione per estorsione, sequestro di persona, usura e lesioni personali aggravate. Anche in quel caso la televisione è stata una cattiva maestra, come diceva Popper.

La storia della banda della Uno bianca e chi c’era dietro l’organizzazione criminale
La storia della banda della Uno bianca e chi c’era dietro l’organizzazione criminale
"Nessuna spedizione punitiva, ci hanno provocati", parla il manager di Baby Gang e Simba La Rue
231.418 di Chiara Daffini
Libri da leggere nel 2023: le 15 novità in uscita tra romanzi, saggi e graphic novel
Libri da leggere nel 2023: le 15 novità in uscita tra romanzi, saggi e graphic novel
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni